Usa, il giovane Jacopo Borga approda alla Stanford University: insegnerà matematica

248

Alla conquista dell’America, con la matematica a scandire il quotidiano. Jacopo Borga, origini cremasche, 28enne di Ponzano, volerà a fine agosto negli Stati Uniti: lo attende una cattedra da assistant professor al Dipartimento di Matematica della Stanford University, in California. Un contratto da tre anni, l’ennesimo capitolo della saga dei “cervelli in fuga”. La sua storia – scrive La Tribuna di Treviso – è emersa nel corso di un incontro in Camera di Commercio, a Treviso: l’anno passato aveva partecipato a un dibattito online promosso dall’ente di piazza Borsa e dedicato alla meglio gioventù. “Dopo il Master conseguito a Parigi, alla Sorbona – raccconta a La Tribuna di Treviso -, mi sono trasferito per un dottorato di ricerca a Zurigo nel 2017. Ormai a vivere all’estero sono abituato”. “Direi che l’estero è quasi una scelta obbligata per chi voglia fare strada in ambito accademico. Certo, ci sono percorsi più che validi pure in Italia, ma ritengo le università estere più attraenti: più internazionalità, più fondi a disposizione. Stanford, ad esempio, può disporre di budget svariate volte superiori. Sì, l’Italia è indietro, ha tanto terreno da recuperare. All’estero, corrono invece veloci, sono più al passo con i tempi. Non escludo di tornare in futuro in Italia, ma per ora non ci sono le condizioni”.