Vacanze fuori stagione, Campania nella top 10 delle mete più richieste

52
Spiagge poco affollate, temperature piacevoli e prezzi piu’ contenuti rispetto all’alta stagione spingono sempre piu’ italiani a scegliere il mare per le loro vacanze fuori stagione. Secondo un’analisi di CaseVacanza.it circa il 45% delle richieste di alloggi per settembre e ottobre si e’ concentrato fra Puglia, Toscana e Sicilia. In Puglia si e’ concentrato il 18% delle richieste. Seguono le localita’ marittime toscane, che hanno raccolto il 14% e, al terzo posto, quelle della Sicilia con il 13%. Nella classifica delle dieci regioni piu’ richieste, compare anche la Sardegna, seguita da Liguria, Lazio ed Emilia Romagna. A chiudere la top 10 delle mete piu’ richieste per le vacanze di inizio autunno si trovano Campania, Marche e Veneto. Per una casa vacanza che puo’ ospitare quattro persone, nel mese di settembre, si spendono in media 490 euro a settimana. A ottobre i prezzi scendono ulteriormente, per arrivare a una media di circa 450 euro. 
La meta piu’ richiesta e’ Lampedusa: l’isola quest’anno ha vissuto un vero e proprio boom di interesse da parte dei turisti, che l’hanno incoronata regina di questo periodo grazie anche ai prezzi piu’ bassi rispetto ad agosto, quando era la destinazione in cui si e’ speso di piu’ per un affitto turistico. Al secondo posto delle preferenze – sempre secondo i dati di CasaVacanza.it si trova un’altra siciliana, San Vito Lo Capo. La provincia di Lecce e’ quella piu’ presente nella classifica, e piazza nella top 10 ben cinque delle sue localita’: Baia Verde, Torre Lapillo, Gallipoli, Torre dell’Orso e Porto Cesareo. “Sono sempre di piu’ le persone che scelgono di prenotare le vacanze nei mesi di settembre e ottobre – riporta Francesco Lorenzani, ceo di Feries srl – questo consente loro di avere diversi vantaggi: in primo luogo si puo’ ottenere un risparmio di circa il 30% rispetto alle tariffe degli alloggi applicate ad agosto; in seconda battuta i viaggiatori possono contare su un’offerta di case vacanza piu’ ampia, rischiando meno il “tutto esaurito” che questa estate si e’ registrato in molte delle localita’ piu’ ambite”.