Varvaglione (Mtv Puglia), al ProWein per promuovere il territorio

31

Bari, 15 mar. (Labitalia) – “Il ProWein è un appuntamento immancabile per gli operatori del settore provenienti da tutto il mondo, un fondamentale volano per la visibilità dei vini pugliesi. Rappresenta anche una straordinaria occasione per incuriosire gli operatori con i nostri percorsi enoturistici e invitarli direttamente sul nostro territorio, a scoprire di persona le denominazioni della nostra regione”. Così Maria Teresa Varvaglione, da poco meno di un mese alla guida del Movimento turismo del vino Puglia, commenta la partecipazione, con le cantine aderenti, al ProWein, fiera di punta del settore a livello internazionale, in programma a Düsseldorf, dal 18 al 20 marzo.

“Il Movimento turismo del vino Puglia – sottolinea – sarà ancora una volta protagonista, con la consueta professionalità e passione, a fianco dei consorziati nell’accrescere la conoscenza, diffusione e consumo dei vini pugliesi rivolgendosi a un target di giornalisti, sommelier, distributori e operatori di alto livello”. Maria Teresa Varvaglione ha raccolto il testimone da Sebastiano de Corato, che ha guidato Mtv Puglia per due mandati, e assicura: “Il mio obiettivo è sicuramente quello di dare continuità a tutte le attività che il Movimento ha fatto in questi anni, crescendo anche tanto”.

“Abbiamo le nostre attività istituzionali, come ‘Cantine Aperte’ e ‘Calici di Stelle’, che sono un grande attrattore – afferma in un’intervista a Labitalia – essendo anche degli eventi nazionali. Ma noi, come Movimento turismo del vino Puglia, siamo avanti rispetto alle altre regioni, perché organizziamo tanti educational, incoming di esperti legati al mondo del vino e in questo modo cerchiamo di attrarre i wine lovers”.

E il turismo del vino, che in Puglia sta aumentando considerevolmente in termini numerici, può contribuire anche al rilancio della città di Taranto. “I turisti del buongusto – spiega – possono passare da Taranto e ammirarne le bellezze millenarie e il mare cristallino, per poi partire per tutti i territori votati alla viticoltura, a partire dal comune in cui ha sede la mia azienda, che è Leporano, passando per Maruggio, dove ci sono delle spiagge meravigliose, fino a Manduria e tutti gli altri paesi in cui insiste la Doc del Primitivo”.

“Fra l’altro, tutti i produttori che fanno parte del Movimento turismo del vino stanno investendo anche in strutture ricettive molto belle, rivolte pure a una clientela che guarda al lusso”, aggiunge.

Il Consorzio organizzerà e coordinerà la presenza al ProWein di 28 cantine socie che proporranno il meglio della loro produzione per accrescere la presenza in Germania – primo mercato europeo per l’export del vino italiano – e per cogliere opportunità provenienti da altri Paesi. Nei loro stand, le aziende promuoveranno i vitigni autoctoni che rappresentano la forza dell’enologia regionale e i regimi di qualità: Dop, Docg, Igp, Biologico e prodotti a marchio della Puglia.

Delle 28 aziende socie presenti a ProWein, 25 parteciperanno all’interno del Padiglione 16 stand A31, nell’area istituzionale allestita dalla Regione Puglia – assessorato all’Agricoltura in collaborazione con Unioncamere Puglia. Due gli strumenti che supporteranno l’azione di promozione e informazione: la mappa ‘Puglia – Dop, Docg, Igp’ e il portale www.vinidipuglia.com. Con la mappa – disponibile in inglese e tedesco – sarà possibile far conoscere al pubblico esperto l’ampio panorama delle denominazioni d’origine della regione, fornendo aspetti tecnici e legislativi della vitivinicoltura made in Puglia.

I medesimi contenuti, arricchiti dalle foto e descrizioni dei vitigni autoctoni presenti nella regione, e tutte le informazioni inerenti i marchi di qualità sono consultabili anche on line connettendosi al sito www.vinidipuglia.com o attraverso l’app scaricabile sugli store di Apple e Android.

L’iniziativa è inserita in una più ampia programmazione progettuale dal titolo ‘I vini di Puglia nelle fiere internazionali del vino’, presentata dal Consorzio Movimento turismo del vino Puglia al dipartimento Agricoltura, Sviluppo rurale e ambientale della Regione Puglia a valere sul fondo del Psr Puglia 2014-2020 – Sottomisura 3.2 ‘Sostegno per attività di informazione e promozione, svolte da associazioni di produttori nel mercato interno’.