“Venezia a Napoli”, chiusura con i giovani registi napoletani D’Emilio e Dota

10

Si chiude domani domenica 28 ottobre con i giovani registi napoletani Ciro D’Emilio e Giovanni Dota l’ottava edizione di “Venezia a Napoli. Il cinema esteso”, la rassegna cinematografica diretta da Antonella Di Nocera che porta in città titoli d’autore dal programma della 75. Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia. D’Emilio presenta in anteprima a Napoli alle 18,45 al Cinema Astra”Un giorno all’improvviso”. Dalla sezione “Orizzonti” della Biennale, il film racconta il sogno di un ragazzo di diventare calciatore e il suo forte legame con la madre ossessionata dall’idea di ricostruire una famiglia dopo l’abbandono del padre. L’incontro con il regista sarà introdotto dal giornalista Alessandro Savoia. L’appuntamento è preceduto alle 18,30 dalla proiezione del cortometraggio “Fino alla fine” di Giovanni Dota, commedia sulla criminalità napoletana in concorso alla Settimana Internazionale della Critica di Venezia. Presente in sala il regista. Gli altri film della giornata all’Astra sono “La Noche de 12 Años” di Álvaro Brechner alle 17 e “Sunset (Napszàllta)” di Làszlò Nemes, in concorso a Venezia,con la presentazione a cura di Armando Andria, alle ore 21. “Venezia a Napoli. Il cinema esteso” è diretto da Antonella Di Nocera, a cura di Parallelo 41, con il contributo della Regione Campania(L. R. 30/2016), in collaborazione conBiennale di Venezia- 75. Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia, Università degli Studi di Napoli “Federico II” e Coinor, Istituto Luce Cinecittà e Arci Movie. Numerose e propositive sono le collaborazioni estese che da sempre caratterizzano la rassegna: con Institut Français, Istituto Confucio Napoli, Goethe Institut Napoli, Film Commission Regione Campania, Giornate degli Autori, Settimana Internazionale della Critica di Venezia, Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale, Rassegna Sguardi Ostinati di Casalnuovo, Moby Dick, Astrea Sentimenti di giustizia. Con il patrocinio dell’Accademia delle Belle Arti, Università L’Orientale, Università degli studi Suor Orsola Benincasa.