Ventura si dimette

5

Roma, 11 nov. (AdnKronos) – Giampiero Ventura lascia la panchina del Chievo. E lo fa al termine della partita in casa con il Bologna, finita 2-2. Il suo addio resta avvolto nel mistero, perché la società, per bocca del direttore sportivo Giancarlo Romairone ai microfoni di ‘Novantesimo minuto’, sostiene che Giampiero Ventura al momento è ancora l’allenatore del Chievo. Al termine dell’incontro, che ha fruttato ai clivensi il primo punto della gestione dell’ex ct della Nazionale, Ventura “mi ha comunicato di avere un disagio, mi ha chiesto di non andare oltre”, spiega Romairone. Adesso il tecnico “dovrà parlare con il presidente, che non era presente allo stadio perché squalificato”. I giocatori sono stati presi di sorpresa dalla decisione di Ventura. “La squadra è rimasta senza parole”, ammette Romairone. “Ci dobbiamo prendere tutti un po’ di ore perché a mente fredda si possa un attimo capire i pensieri che sono emersi a caldo, subito dopo la partita il mister mi ha detto che sarebbe andato a comunicare alla squadra questa sua situazione. Gli ho chiesto di contare fino a 10, ma nella realtà è emerso questo suo malessere. Adesso verificheremo che tipo di malessere è”, spiega ancora Romairone ai microfoni di Sky sport. Ci sono speranze che Ventura torni sui suoi passi? “Non ci sono speranze, ci deve essere una consapevolezza che deve cementare un ambiente e quindi se siamo tutti convinti e consapevoli siamo tutti contenti, come ho detto, di una scelta che abbiamo fatto una mese fa, però bisogna essere tutti convinti e consapevoli, e in questo momento non abbiamo speranza se non quella di continuare a lavorare come oggi la squadra ha fatto vedere sul campo”, conclude il direttore sportivo del Chievo.