Verso il MoveDanceWorkshop: a luglio laboratori e performances nell’oasi livornese della danza

63

di Massimiliano Craus

Fa sempre più caldo ed il popolo della danza è pronto a prenderne le misure. Eh sì, nonostante la calura in arrivo a Livorno si è trovata la soluzione ideale per difendersi dal caldo e, al contempo, preparare al meglio la prossima stagione accademica ed artistica. Del resto non manca l’esperienza ai due direttori artistici Marco Ferrini e Simona Tocchini, anima e corpo della terza edizione del “MoveDance Workshop 2024”. E così il salto al primo luglio è bello che fatto, con un evento che durerà fino al 6 luglio presso ST Danza Centro Formazione di Livorno, diretta appunto da Simona Tocchini, dove ci si potrà concentrare sulla stagione appena conclusa e quella 2024-25 più o meno alle porte! Con queste premesse “MoveDance Workshop 2024” è un percorso che pone attenzione sulla continuità della formazione e la diversificazione dei livelli con vari percorsi, concepiti per potenziare sia la parte tecnica che stilistica di ogni disciplina attraverso la professionalità comunicativa di tutti i docenti. ST Danza Centro Formazione è una location avveniristica di ben 400 metri quadrati, con tre ampie sale luminose e una zona loft dove gli allievi potranno rilassarsi tra una lezione e l’altra, è presente anche un punto ristoro per colazioni, pranzi ed eventuali cene. Una location riservata, sicura ed accogliente, a due passi dal mare e 10 minuti dal centro di Livorno. I partecipanti potranno usufruire di un’area parcheggio gratuita presso Porta a mare, a 50 metri da ST Danza Centro Formazione. Molto interessante, per quanto riguarda gli alloggi, sono le convenzioni che ST Danza mette a disposizione con bed and breakfast e foresteria, altresì interessante la possibilità di alloggiare presso un camping sul litorale Livornese in comodi bungalow con accesso gratuito alla piscina e al mare. Questo progetto è il risultato concreto nato dalle idee lungimiranti di Simona Tocchini, direttrice artistica di ST Danza, con l’esperto e ricercatissimo Marco Ferrini. Ricercato anche per la sua esperienza pluriennale con Liliana Cosi e Marinel Stefanescu, Ferrini ha però arricchito il proprio bagagliaio coreutico lavorando in lungo e largo l’Europa con le tappe fondamentali per la sua carriera di Basilea, Dortmund, Bonn e Belgrado fino a tornare in Italia come maitre anche presso Aterballetto per poi dedicarsi, proprio come in “MoveDance Workshop 2024”, alle ballerine ed ai ballerini provenienti da ogni dove. Il programma del “MoveDance Workshop 2024” è suddiviso in classi giornaliere con laboratori finalizzati alla realizzazione di performances che andranno in scena in occasione del “Gala MoveDance”, nella suggestiva location La Fortezza Nuova di Livorno il 6 luglio alle ore 21. Una serata importante per i giovani talenti dove confrontarsi, condividere e fare nuove esperienze. In quest’occasione, a discrezione dei docenti, verranno consegnate delle borse di studio. “Quest’anno avremo il piacere di avere con noi anche il mito del Teatro Bolshoi di Mosca Vladimir Derevianko – spiega la direzione artistica – etoile, direttore e coreografo che terrà classi di danza classica accademica, pas de deux e repertorio. Un onore per noi la sua presenza nel progetto ed un privilegio poter attingere preziosi consigli dalla sua. Sempre per il classico ci saranno il co-direttore artistico Marco Ferrini e Guy De Bock. Anche lui, professionista amato dal Belgio e da Misha van Hoecke, è poi giunto in Italia dove lavora ancora oggi. Per i più giovani talenti ci sarà invece Paola Leste, artista trasversale al mondo dello spettacolo passata dal cinema di Martin Scorsese e Carlo Vanzina alla TV di Gianni Boncompagni, Franco Miseria, Marco Garofalo, non dimenticando i concerti di Claudio Baglioni ed Amii Stewart o le operette di Gino Landi e il musical Tosca di Lucio Dalla.” Per la sezione di contemporaneo sarà presente invece in prima persona la direttrice artistica Simona Tocchini che, con una formazione multidisciplinare, ha lavorato in Italia e all’estero negli ambiti teatrale e televisivo con coreografi di fama quali Gianin Loringett, Gino Landi, Marco Garofalo, Stive Lachance, Joseph Fontano, Lindsay Kemp, Virgilio Sieni. Lo stile coreografico di Simona Tocchini è il risultato di un percorso artistico di conoscenze tecniche dal post moderno al contemporaneo, la sua didattica affonda nel floor work, release e contact con un’importante attenzione alla cura del gesto. Con lei i giovani talenti lavoreranno sulle tecniche d’improvvisazione. Per i laboratori coreografici ci saranno invece Matteo Zamperin, artista freelance fortemente influenzato dalla formazione in Israele presso la “Kibbutz Contemporary Dance Company” e la “Vertigo Dance Company”. Da lì la passione per Contact Improvvisation, Gaga e Floor Work che lo portano a dare vita ad una danza fisica, potente e dinamica. L’altro laboratorio coreografico sarà curato da Sabrina Massignani, direttrice di Venezia Balletto, con esperienze come danzatrice con Gino Landi, Mauro Astolfi, Gheorghe Iancu. Il suo stile creativo è una danza rigorosa ma rinnovata, fatta di forme geometriche angoli e slanci. Per quanto riguarda il percorso hip hop, invece, ci saranno due giovani professionisti: Daniele Nocchi, ballerino giramondo con il coreografo Laccio, e Fabrizio Bonanno, partito con Giuliano Peparini ed ora impegnato in Italia e all’estero.” Le richieste per questo evento sono numerosissime – chiosano in coro Ferrini e Tocchini – per cui suggeriamo di non perdere l’opportunità di vivere un’esperienza di crescita, confronto e condivisione con il “MoveDance Workshop 2024”! Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare il sito https://movedanceworkshop2024.grweb.site.