“Verso Sud”, De Molli (ceo TehA): Basta con la cultura della decrescita felice 

30

“Il Sud Italia deve abbandonare la cultura della decrescita felice e sfruttare pienamente tutte le sue tante potenzialità ed eccellenze, che il Forum ha illustrato approfonditamente. Anche alla luce dell’attuale situazione geopolitica, Il Mezzogiorno puo’ essere sempre piu’ cerniera tra Europa e Mediterraneo allargato“. A dirlo Valerio De Molli, managing partner e ad di The European House – Ambrosetti, chiudendo a Sorrento il Forum ‘Verso Sud – La strategia europea per una nuova stagione geopolitica, economica e socio-culturale del Mediterraneo’ sostenuto dal Ministro per gli Affari Europei, il Sud, le Politiche di Coesione e il Pnrr. “La due giorni di Sorrento, alla quale hanno partecipato 3 ministri, 6 governi di paesi del Mediterraneo, 4 presidenti di Regione del Sud Italia ha dimostrato che questo obiettivo e’ gia’ molto vicino. I dati economici sono incoraggianti tanto che, se fosse una nazione a se’ stante, il Sud Italia sarebbe la terza piu’ importante per competitivita’ e attrattivita’ tra i 45 paesi del Mediterraneo allargato e i dati in termini di crescita sono superiori a quelli del Centro-Nord. Il Pnrr e i fondi di coesione stanno accompagnando questa dinamica positiva che e’ testimoniata dai 163 miliardi di euro di investimenti potenziali pubblici e privati mappati da The European House – Ambrosetti nel Sud dal 2021 al 2030″.