Vertenza Montefibre, Cesaro (Fi): “Da Regione nessun segnale, chiesta seduta monotematica”

48

“Incontri con i sindacati, denuncia stampa e interrogazioni sulla vertenza Montefibre di Acerra, non sono valse un solo segnale concreto del governo provinciale campano. Per questo ho depositato la richiesta di una seduta monotematica urgente del Consiglio regionale sottoscritta da tutti i consiglieri dei gruppi di centrodestra “. Lo annuncia il Presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania, Armando Cesaro. “Ricordo – spiega Cesaro – che già in settembre molti degli oltre 350 lavoratori della Montefibre cominceranno a perdere l’accesso ai social divergenti e che senza una sola misura di protezione sociale finiranno veramente in mezzo a una strada con i loro familiari”. “Ad oggi, nonostante gli impegni assunti dalla Giunta De Luca, – sottolinea l’esponente di Forza Italia – non risulta ancora convocato il Tavolo ad hoc presso il ministero dello Sviluppo Economico, né sono stati approvati specifici provvedimenti relativi ai Programmi Accordi e non hanno né attivato le procedure per la dichiarazione di zona di crisi complessa del territorio Acerrano che vedono oltre 1000 lavoratori a rischio “. “Voglio augurarmi che vengano rispettati i tempi dettati dal Regolamento e che, entro la fine di questo mese, il governo regionale venga aula e chiarire, alla luce del sole, le proprie intenzioni”, conclude il Campanello capogruppo Campana di Forza Italia. Né sono state approvate misure specifiche relative agli Accordi di Programma e neppure attivate le procedure per la dichiarazione di area di crisi complessa del territorio acerrano che vedono oltre 1000 lavoratori a rischio “. “Voglio augurarmi che vengano rispettati i tempi dettati dal Regolamento e che, entro la fine di questo mese, il governo regionale venga aula e chiarire, alla luce del sole, le proprie intenzioni”, conclude il Campanello capogruppo Campana di Forza Italia. Né sono state approvate misure specifiche relative agli Accordi di Programma e neppure attivate le procedure per la dichiarazione di area di crisi complessa del territorio acerrano che vedono oltre 1000 lavoratori a rischio “. “Voglio augurarmi che vengano rispettati i tempi dettati dal Regolamento e che, entro la fine di questo mese, il governo regionale venga aula e chiarire, alla luce del sole, le proprie intenzioni”, conclude il Campanello capogruppo Campana di Forza Italia.