Vettel sbaglia, Hamilton trionfa

24

Baku, 29 apr. – (AdnKronos) – Colpi di scena a raffica nel Gp di Baku. La gara, che ha visto la vittoria di Lewis Hamilton con alle spalle la Ferrari del finlandese Kimi Raikkonen e la Force India del messicano Sergio Perez, ha vissuto due momenti da paura. Al 40° dei 51 giri del Gp d’Azerbaigian è entrata per la prima volta la safety car in pista per l’incidente tra le due Red Bull di Daniel Ricciardo che ha tamponato Max Verstappen, mentre duellavano per il 4° posto.

L’impresa di Hamilton

E’ la seconda volta che la safety car entra in pista. Nel corso dei primo giro del Gp dell’Azerbaigian c’è stato un contatto tra il pilota della Ferrari Kimi Raikkonen e quello della Force India Esteban Ocon. I due stavano duellando per la sesta posizione. Il pilota finlandese ha chiuso quello francese che ha sbattuto contro le protezioni a lato della pista e si è ritirato. A causa dell’incidente è entrata la safety-car e la corsa è stata congelata per 5 giri, fino al sesto passaggio.

Con la vittoria sul circuito cittadino di Baku l’inglese della Mercedes conquista il primo successo stagionale, il 63° in carriera e passa anche in testa al mondiale. Quarto posto per l’altra Ferrari del tedesco Sebastian Vettel che paga l’errore in frenata a 4 giri dalla fine: nel tentativo di superare il finlandese della Mercedes Valtteri Bottas che era al comando della corsa il pilota di Heppenhein finisce largo e perde tre posizioni. Gara sfortunatissima per Bottas che butta via la vittoria per una foratura a due giri dalla fine che lo costringe al ritiro. Quinto posto per lo spagnolo della Renault Carlos Sainz che si lascia alle spalle il monegasco Charles Leclerc con l’Alfa Romeo Sauber e il connazionale della McLaren Fernando Alonso. A completare la top ten il canadese della Williams Lance Stroll, il belga della McLaren Stoffel Vandoorne e il neozelandese della Toro Rosso Brendon Hartley. Hamilton torna in vetta al mondiale con 70 punti, 4 in più di Vettel e 22 in più di Raikkonen. Nella classifica costruttori guida la Ferrari con 114 punti, contro i 110 della Mercedes.