Via le cannucce di plastica, locali e festival ‘straw-free’

15

Roma, 6 ago. – (AdnKronos) – La campagna #Ecocannucce, lanciata da Marevivo, ha ottenuto in pochi mesi centinaia di adesioni tra esercenti, festival musicali, discoteche, comuni, alberghi e stabilimenti balneari. Anche VyTA Retail food, il Consorzio Costa Smeralda, il gruppo Caronte & Tourist – Siremar, la Compagnia dei Caraibi, Ecozema, il Comune di Senigallia, di Lampedusa e Linosa, di Spotorno, in provincia di Savona, sostengono l’iniziativa che, secondo l’associazione, ha fatto già risparmiare all’ambiente un milione di cannucce di plastica usa e getta.

La mobilitazione è partita anche alle isole Eolie grazie all’impegno di Aeolian Islands Preservation Fund e di Verdeolie Isole Senza Plastica che hanno già coinvolto a Panarea dove, grazie all’adesione di diversi esercenti, sono state già eliminate 20.000 cannucce. Qualche esempio? Al Lido Panfilo di Termoli da inizio stagione sono state risparmiate già 3.000 cannucce e prosegue il percorso per trasformarlo in un’attività ‘100% non-più-monouso’ utilizzando alternative totalmente ecologiche alle stoviglie usa e getta.

Facendo più attenzione all’uso di cannucce usa e getta di plastica, lo stabilimento balneare Il Pescespada di Scalea ne ha risparmiate 5.000, numero che sale a 10.000 al Mixology Bar a Milano e solo nei primi tre mesi dell’apertura. Qui, al posto della cannucce di plastica ora si usano gli ziti di pasta. Ad aderire alla campagna anche il festival musicale ‘acieloaperto’ che finora, in quattro serate, calcola di aver risparmiato migliaia di cannucce.

E sarà #Strawfree, cioè senza cannucce, l’Hawaiian Party del Summer Jamboree festival di Senigallia (8 agosto) che aderendo alla campagna EcoCannucce di Marevivo conta di risparmiare 10.000 cannucce di plastica, sostituendole con quelle compostabili. Durante il party, inoltre, saranno utilizzati solo bicchieri biodegradabili. Per entrare a far parte della rete #Strawfree basterà scrivere una mail a: ecocannucce@marevivo.it, esporre il bollino e la locandina ufficiale e dimostrare di aver realmente rinunciato alla cannucce in plastica.

Sul web l’associazione Marevivo ha lanciato anche l’hashtag #RifiutaLaCannuccia per spingere gli utenti a condividere sui social un selfie con il proprio drink senza cannuccia.