“Viaggio tra i vulcani del pianeta”: si chiude la mostra alla Reggia di Portici

70
in foto Gino Ambrosio

Gran folla ieri sera alla Reggia di Portici per la chiusura della mostra fotografica e multimediale ”Viaggio tra i vulcani del pianeta” raccontata in cento clic da Gino Ambrosio, giramondo per passione che con maestria e passione ha raccontato i suoi itinerari tra natura e popoli della terra. Circa duecento persone, tra le quali il sindaco di Portici Vincenzo Cuomo, hanno ammirato il percorso costituito da foto e filmati di vulcani che fumano o sprigionano lava, tra terre brulle e paesaggi incontaminati di ogni parte del pianeta. Luoghi toccati da Gino Ambrosio nei suoi numerosi viaggi, clic che catturano volti, usi e costumi dei popoli del Mediterraneo, del Sud America della Nuova Zelanda, dell’Estremo Oriente. A fare gli onori di casa il presidente dell’associazione culturale Oronero che ha promosso l’evento, Carmine Maione : ”Il fascino delle immagini di Gino Ambrosio hanno reso straordinario questo viaggio tra i popoli e le aree vulcaniche immerse e sommerse del pianeta. Oronero sarà luogo di incontro di culture diverse accomunate dalla convivenza con i vulcani, un villaggio universale dove si celebra la straordinaria ricchezza della biodiversità, del cibo, del patrimonio culturale, dell’innovazione tecnologica e del turismo sostenibile. Già siamo al lavoro per un grande evento sull’enogastronomia che si terra’ in autunno”. Alla cerimonia di chiusura sulla Terrazza della Sala Cinese anche il direttore del Dipartimento di Agraria Matteo Lorito che ha tessuto le lodi della mostra ”in un luogo universitario che si apre ad eventi culturali di alta qualita”’. A far da cornice, un ricco menu a base di prodotti tipici vesuviani selezionati da Fofò Ferriere e dolci del maestro pasticciere Antonio Cascone. Tra gli ospiti numerosi docenti del Dipartimento di Agraria, Vincenzo Saggiomo della stazione zoologica Anton Dohrn, oltre a rappresentanti degli enti che hanno patrocinato l’iniziativa, lo scultore napoletano Alessandro Flaminio che ha esposto alla mostra un Vulcano e San Gennaro della sua collezione le ”VOCIdiDENTRO”. L’evento è patrocinato dal Mibact, dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e dalle Regione Sicilia e Campania, Citta’ Metropolitana di Napoli, comuni vesuviani, Ente Parco Nazionale del Vesuvio, Fondazione Ferrovie dello Stato, Enea, Izsm, Cnr, Stazione Zoologica Anton Dohrn, Dipartimento di Agraria e Lupt dell’Universita’ Federico II di Napoli, Centro Musa, Fondazione Ente Ville Vesuviane, Autorità Portuale Basso Tirreno, Film Commission Regione Campania, Fondazione Banco Napoli per l’Assistenza all’Infanzia, Camera di Commercio di Napoli, Certiquality.