VicoVico, il delivery napoletano che aiuta gratis le imprese locali

264

Un delivery gratuito e tutto napoletano. E’ VicoVico, il servizio di consegna a domicilio che Luca Contaldi e il suo socio Nicola, due imprenditori partenopei. mettono a disposizione delle attività produttive campane. Per accedere al servizio basta scaricare l’apposita App. Durante il primo lockdown – racconta Contaldi a ildenaro.it – decidemmo di sviluppare VicoVico (vicovico.it), App per le consegne a domicilio Made in Naples, col fine di aiutare le imprese di città e provincia a migliorare e tenere sotto controllo le performance della propria attività, soprattutto in questo periodo di cambiamenti degli stili di vita. Come ben sapete di progetti simili al nostro ce ne sono diversi (vedi i big del settore Just eat, Uber Eats e altri). Già prima del primo lockdown notammo però che la maggior parte delle attività (9 su 10) non avevano e non erano interessate ad avere un servizio di consegna a domicilio, in particolare per le alte commissioni sulle vendite nonché per i costi di avviamento del servizio”. Di qui l’idea di seguire una strada diversa. “Abbiamo unito gli sforzi per poter sviluppare la nostra prima APP, totalmente gratuita per le attività e gli utenti, così da offrire un servizio “democratico”, accessibile a tutti. Come da nome del progetto, VicoVico vuole aiutare le attività con la loro fase di digitalizzazione dell’offerta commerciale, avvicinandoLe sempre più alla potenziale clientela nel raggio dell’attività e semplificando il processo di prenotazione. Infatti l’APP, attraverso un sistema GPS, ordina per distanza tutte le attività, indicando chi consegna a domicilio e chi offre il servizio di “prenotazione con asporto”, precisa il fondatore. Le differenze rispetto agli altri player?  “Offriamo il servizio gratuitamente; non creiamo un circolo di “runner” mal pagati e senza garanzie lavorative, bensì incentiviamo tutte le attività che investono o vogliono investire con il proprio garzone delle consegne che, oltre a creare maggiore fiducia nella consegna stessa, riceve una garanzia economica e gli dà la possibilità di pensare ad un futuro; garantiamo il prezzo da banco”. Le imprese, a giudicare dai primi riscontri, credono molto a questo progetto. “Siamo usciti con una prima versione ufficiale a settembre 2020 – evidenzia Contaldi – e ad oggi siamo fieri di poter condividere i nostri primi traguardi raggiunti, con oltre 40 attività partenopee che utilizzano quotidianamente e gratuitamente il nostro servizio e lo offrono liberamente ai propri clienti. Siamo partiti da poco e, anche se le difficoltà non sono poche, continuiamo a promuovere VicoVico con la soddisfazione che, per ogni ordine ricevuto, un’attività ha risparmiato qualche euro senza buttarlo in commissioni e, di questo periodo, siamo dell’idea che non è poco”.