Cinque vigili aggrediti da decine di extracomunitari alla Stazione di Napoli. La denuncia di Nappi e Alviti

184
“Basta con il fenomeno indegno del suk abusivo che si svolge tutte le notti in Piazza Garibaldi. Nelle scorse ore, 5 agenti della polizia municipale intenti a presidiare la zona sono stati accerchiati e aggrediti da un gruppo di extracomunitari che vendevano alimenti di dubbia qualità e provenienza, in spregio a ogni regola. I vigili sono finiti in ospedale e la vettura di ordinanza è stata imbrattata con il cibo destinato alla vendita fuorilegge”. A denunciarlo tramite una nota diffusa in mattinata è Severino Nappi, consigliere regionale e coordinatore della città metropolitana di Napoli della Lega. “Si tratta di uno dei tanti episodi -aggiunge -, che emerge soltanto grazie all’attenzione, alle denunce, e al lavoro che la Lega svolge sul territorio, altrimenti sarebbe passato sotto silenzio. La situazione nella zona della stazione centrale è totalmente fuori controllo, chiediamo che anche gli agenti di polizia municipale siano dotati di taser, per garantire l’incolumità di chi è chiamato a far rispettare la legge”.
Alla denuncia di Nappi si aggiunge quella di Giuseppe Alviti, presidente dell’Angpg (associazione nazione guardie particolari giurate)  e responsabile provinciale per la Sicurezza di Forza Italia. “Stamattina – ha scritto – voglio rivolgere il mio pensiero di vicinanza ai 5 agenti della Municipale, fratelli di battaglie che ieri sera sono stati aggrediti in piazza Garibaldi riportando lesioni, da alcuni extracomunitari, che per semplici controlli in più di 40 persone hanno dato botte da orbi. Pur operando nelle difficoltà dovute alla grave carenza di organico, svolgono il loro servizio con grande determinazione su tutti i fronti, per garantire adeguate condizioni di sicurezza e vivibilità a tutti i cittadini. Napoli, lasciata sola, merita risposte. C’è bisogno che intervengano il sindaco di Napoli e l’assessore competente sollecitando il  Governo centrale, per dare più uomini e mezzi per arginare tutta questa violenza che ultimamente a Napoli è diventata incontrollabile”.