Vigili Fuoco: Confsal VVF, serve incontro su procedure di emergenza

35

Roma, 9 mag. (Labitalia) – “Abbiamo atteso fino ad ora perché non è nostro costume cavalcare strumentalmente eventi tragici che investono drammaticamente colleghi nell’esercizio delle funzioni, però una riflessione è doverosa proprio alla luce delle ultime 3 morti legate alla sicurezza sul lavoro. Doverosa e necessaria soprattutto rispetto alla morte del collega volontario avvenuta durante un intervento senza alcun pericolo per persone terze”. Così Franco Giancarlo, segretario generale della Confsal Vigili del Fuoco, in una lettera al capo dipartimento dei Vigili del Fuoco, Soccorso Pubblico e Difesa Civile, Bruno Frattasi, e al capo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, Gioacchino Giomi.

“Al riguardo, quindi, vorremmo aprire -continua il dirigente sindacale nella missiva- un’attenta discussione, un confronto anche serrato, propedeutico all’analisi, alla verifica e alle eventuali migliorie delle procedure di intervento operativo, al fine di una ricerca condivisa delle regole per un’evoluzione continua a beneficio della tutela del personale operativo del Corpo, sia in termini di salvaguardia, sia in termini di assistenza legale”.

“Regole che permetterebbero, secondo la scrivente organizzazione sindacale, di gettare le basi -continua la nota- per il più esatto e indiscutibile riconoscimento degli indicatori del rischio reale o sulla sua percezione, affinché non succedano i gravi accadimenti che hanno luttuosamente caratterizzato la vita del Corpo nazionale dei vigili del fuoco in questo ultimo periodo”.