Villaggio dei Ragazzi, sit-in dei lavoratori contro il fallimento

74
in foto Tribunale di Santa Maria Capua Vetere

Sit-in davanti al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere per i lavoratori della Fondazione Villaggio dei Ragazzi, storica istituzione ubicata a Maddaloni (Caserta) che ospita scuole e un convitto. Un rilevante presidio culturale per il territorio che da qualche anno, però, è in profonda crisi finanziaria ed è tuttora sottoposta ad una procedura concorsuale per eccessivi debiti che potrebbe anche portarla al fallimento. Al momento il Commissario nominato dalla Regione, che amministra la Fondazione, ha presentato domanda di concordato preventivo che pende proprio al Tribunale di Santa Maria Maria Capua Vetere. In una nota, i lavoratori del Villaggio, ridotti di numero in questi anni in seguito al piano di tagli connesso alle difficoltà finanziarie, spiegano che “alla Fondazione, ove l’occupazione è di natura soprattutto “intellettuale”, lavorano oggi tanti quarantenni e cinquantenni che non potrebbero permettersi di perdere il prezioso bene del loro impiego, in quanto avrebbero pochissime speranze, ad essere ottimisti, a trovarne uno diverso. Tali timori hanno spinto tutti i dipendenti dell’Ente ad organizzare un sit-in presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, per manifestare l’auspicio che chi di competenza, colto da forte senso di responsabilità, sappia agire per il giusto, contribuendo nei fatti a salvaguardare il lavoro di circa 150 persone, la serenità dei circa 400 studenti e 50 convittori, che frequentano le scuole dell’Ente ed un’Opera divenuta nel tempo un imprescindibile supporto nell’ambito del Welfare campano, in grado di muovere gli indicatori di una difficile economia locale”.