Vinitaly, oltre 20mila presenze nello spazio dei prodotti casertani

25

Sono oltre 20 mila le persone che hanno visitato gli stand delle 24 aziende vinicole casertane “in mostra” alla 51esima edizione del Vinitaly in corso a Verona. “Sono numeri importanti – afferma il presidente della Camera di Commercio di Caserta Tommaso De Simone – che confermano l’interesse verso i nostri vini. Le visite aumenteranno nelle giornate conclusive e sono già tanti i contatti che i nostri espositori hanno avuto con buyer americani ma anche europei con sottoscrizione già di diversi contratti. Il bilancio definitivo ci sarà a conclusione della manifestazione ma già oggi si può dire che hanno funzionato gli investimenti fatti dalla Camera di Commercio per la promozione della vitivinicoltura della provincia di Caserta”. Con De Simone, e a fianco delle aziende casertane che promuovono vini prestigiosi come il Falerno, noto già agli antichi romani, l’Asprinio o il Pallagrello, sono giunti a Verona anche il presidente di Confindustria, Gianluigi Traettino, il direttore della Reggia di Caserta Mauro Felicori e il sindaco di Caserta Carlo Marino. “Le eccellenze casertane, dai vini ai prodotti enogastronomici – prosegue De Simone – hanno avuto quest’anno un’importante cornice rappresentata dalla Reggia e la presenza del direttore Felicori, insieme al sindaco Marino e al presidente Traettino, hanno rafforzato la cosiddetta filiera locale presente a Verona”. Gli espositori casertani hanno ricevuto anche la visita del delegato regionale all’Agricoltura, Francesco Alfieri, del presidente del Consorzio di tutela della mozzarella di bufala campana, Domenico Raimondo e del governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca.