Vinitaly, partnership tra Unicredit e associazioni per la crescita del settore in Italia

50

In occasione del Vinitaly, Gianni Franco Papa (direttore generale di Unicredit), Ernesto Abbona (presidente di UIV – Unione Italiana Vini), Sandro Boscaini (presidente Federvini – Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di vini), Alessio Planeta (presidente Assovini Sicilia) e Federico Terenzi (presidente Agivi – Associazione Giovani Imprenditori Vinicoli Italiani) hanno sottoscritto un accordo quadro, con un forte focus sul potenziamento del business internazionale, per il supporto delle imprese vitivinicole a maggiore potenziale di crescita. L’accordo, spiega Unicredit in un comunicato, ha come principale obiettivo quello di consolidare e sostenere la crescita del sistema vitivinicolo, una delle eccellenze italiane nel mondo, con particolare riferimento alle produzioni Igt, Doc, Docg e degli spumanti, valorizzandone le tradizioni e le potenzialità innovative. Più nel dettaglio Unicredit intende supportare le imprese vitivinicole con più alto potenziale di crescita delle esportazioni, mettendo a loro disposizione un nuovo modello di servizio, con team territoriali di specialisti con competenze specifiche di settore e un nucleo centrale di esperti di settore focalizzati sulle industry legate al mondo dell’agroalimentare, e proponendo finanziamenti per investimenti funzionali al potenziamento del loro business internazionale. L’offerta della banca al settore, che comprende diversi strumenti di finanziamento, è denominata ‘One4Wine’.
“La firma di oggi è un altro tassello di un percorso fatto di confronto e dialogo con i rappresentanti di questa eccellenza del Made in Italy, un mondo composto da 2 mila imprese industriali e oltre 300 mila aziende agricole”, dichiara Gianni Franco Papa. “Da qui ripartiamo, ancora con più forza e nuove sinergie, nello sviluppo di ulteriori iniziative di crescita a favore dell’intera filiera vitivinicola. Come testimoniano i livelli record di export raggiunti dal vino italiano, quasi 6 miliardi di euro, le nostre aziende, dalle grandi multinazionali alle imprese familiari, sono una risorsa preziosissima e riconosciuta su scala globale. Con questo nuovo accordo Unicredit intende proporsi come partner privilegiato delle aziende vitivinicole italiane, aiutandole a cogliere le occasioni di business esistenti a tutte le latitudini e trasformare le risorse locali in icone riconosciute a livello mondiale”, prosegue il direttore generale di Unicredit.