Vino: grande successo di pubblico per Enologica Montefalco

6

Perugia, 17 set. (Labitalia) – Si è conclusa ieri, domenica 16 settembre, la 39ma edizione di Enologica Montefalco, kermesse annuale a cura del Consorzio tutela Vini Montefalco, del Comune di Montefalco e della Strada del Sagrantino, che anche quest’anno ha accolto, nel borgo umbro, tanti wine lovers da tutta Italia. Sold out per tutte le degustazioni guidate, i convegni e i tanti appuntamenti che erano in programma, come gli quelli pensati per i bambini che hanno potuto conoscere, grazie a Enologica Montefalco, le tradizioni gastronomiche locali e imparare a degustare il vino con gli occhi e con il naso.

La sala dedicata alla degustazione ai banchi, con 30 cantine aderenti, ha visto per le tre giornate un pubblico numeroso e particolarmente interessante, composto da appassionati del vino, operatori e giornalisti, che hanno potuto assaporare nel calice i rossi e i bianchi di questa ricca terra vocata alla viticoltura. Tante anche le persone che hanno voluto conoscere, assaggiare e acquistare le eccellenze della Valnerina e tante coloro che hanno gustato la cucina umbra e alcuni piatti della tradizione locale nei diversi ristoranti aderenti ad Enologica Montefalco, che hanno proposto per la tre giorni anche particolari ricette con il Sagrantino.

Successo anche per le iniziative pensate per scoprire, a piedi o in vespa, il territorio, e quelle dedicate all’arte e alla musica. L’abbinamento sigari-Sagrantino-grappa è stato un altro fiore all’occhiello di questa 39ma edizione, richiamando a sé un pubblico curioso e attento; come l’Isola delle Dolcezze che ha permesso ai tanti visitatori di conoscere le prelibatezze e i vini passiti di questo magico territorio. Per il presidente del Consorzio, Filippo Antonelli, “il crescente successo di Enologica Montefalco conferma l’interesse degli appassionati per i vini della nostra denominazione e per il nostro territorio, a dimostrazione del valore dei nostri prodotti e della qualità del grande lavoro di squadra portato avanti congiuntamente da pubblico e privato”.