Vino: Simone Loguercio ‘Miglior Sommelier d’Italia Premio Trentodoc’

6

Bolzano, 5 nov. (Labitalia) – È Simone Loguercio il vincitore dell’edizione 2018 del concorso ‘Miglior Sommelier d’Italia Premio Trentodoc’, la cui finale si è svolta nei giorni scorsi a Merano (Bolzano). Con in tasca già il titolo di ‘Miglior Sommelier della Toscana 2018’, Simone Loguercio, sommelier del ristorante Konnubio a Firenze e sommelier della Delegazione di Firenze dell’Associazione italiana sommelier, si è conteso la finale con altri tre sommelier toscani: il pistoiese Valentino Tesi, secondo posto, il livornese Massimo Tortora e il lucchese Simone Vergamini, terzo posto ex aequo.

Loguercio, che da quasi un anno è il sommelier del ristorante e spazio eventi in via dei Conti a Firenze, a casa di premi ne aveva già portati molti: ‘Migliore sommelier della Toscana’ nel 2018, nel 2018 ‘Migliore Sommelier del Sagrantino’, nel 2017 secondo ‘Migliore Sommelier della Toscana’ e sempre nel 2017 ‘Migliore Sommelier del Lambrusco’ e ‘Migliore Sommelier dell’Albana’, oggi è ritenuto il sommelier migliore di tutta Italia.

Simone Loguercio, campano di origini e a Firenze dal 2000, conta su una lunga esperienza in diversi bar di tendenza della città e in ristoranti di alto livello, che hanno accresciuto le sue conoscenze e la sua sete di nuovo. La passione nei confronti del vino si è accesa in lui soltanto qualche anno fa ma le soddisfazioni, visti i traguardi già raggiunti, sono già tante e più che promettenti. Da dicembre 2017 Simone Loguercio lavora al ristorante Konnubio, dove gestisce la cantina e consiglia le etichette che accompagnano le creazioni della nota chef Beatrice Segoni, caposaldo della ristorazione toscana e non solo.