Violentata 16 enne, in manette 2 uomini

50

(ANSA) – SALERNO, 13 FEB – Due giovani – Antonio Saggese, di 22 anni, e Giuseppe Bombardino, di 21, ambedue originari di Pagani (Salerno) – sono stati arrestati dai carabinieri con l’accusa di sequestro di persona, violenza sessuale e lesioni personali nei confronti di una ragazza di 16 anni. I due pregiudicati hanno avvicinato la minorenne che stava camminando su una strada del centro di Pagani, costringendola con la forza a salire a bordo della loro auto e, dopo averla condotta in un luogo appartato, l’hanno costretta a subire – a turno – un rapporto sessuale. Dopo circa un’ora, la ragazza è stata rilasciata dai suoi aguzzini. Una volta tornata a casa ha raccontato ai genitori quanto le era successo ed è stata accompagnata in ospedale. Nel frattempo i due pregiudicati sono stati intercettati dai carabinieri della sezione radiomobile, allertati dai genitori della vittima.
    I giovani, dopo un breve inseguimento, sono stati bloccati dai militari. Dovranno rispondere anche di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.
   

(ANSA) – SALERNO, 13 FEB – Due giovani – Antonio Saggese, di 22 anni, e Giuseppe Bombardino, di 21, ambedue originari di Pagani (Salerno) – sono stati arrestati dai carabinieri con l’accusa di sequestro di persona, violenza sessuale e lesioni personali nei confronti di una ragazza di 16 anni. I due pregiudicati hanno avvicinato la minorenne che stava camminando su una strada del centro di Pagani, costringendola con la forza a salire a bordo della loro auto e, dopo averla condotta in un luogo appartato, l’hanno costretta a subire – a turno – un rapporto sessuale. Dopo circa un’ora, la ragazza è stata rilasciata dai suoi aguzzini. Una volta tornata a casa ha raccontato ai genitori quanto le era successo ed è stata accompagnata in ospedale. Nel frattempo i due pregiudicati sono stati intercettati dai carabinieri della sezione radiomobile, allertati dai genitori della vittima.
    I giovani, dopo un breve inseguimento, sono stati bloccati dai militari. Dovranno rispondere anche di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.