Visioni d’impresa, in un libro un secolo di industria nel Salernitano

103
In foto, da sinistra, Aldo Montaldo, Andrea Prete , Gerardo Di Agostino e Biagio Di Salvia

“Visioni d’impresa. Un secolo di industria nel Salernitano”: è il titolo del libro presentato ieri sera nella sede di Confindustria Salerno che ripercorre per storie e immagini cento anni di imprenditoria salernitana, e con il quale si chiudono le iniziative celebrative del Centenario dell’associazione datoriale, eventi diversi tra loro ma accomunati dalla volontà di mostrare il rapporto sinergico di grande rilevanza sociale ed economica che lega Salerno alla sua impresa. «Con questa opera – che realizza nell’anno del Centenario di Confindustria Salerno un progetto abbozzato dieci anni fa – l’Associazione degli Industriali della provincia di Salerno ha scelto di valorizzare il sistema imprenditoriale e territoriale, ricordandone sforzi, sacrifici e dedizione – ha spiegato Andrea Prete, presidente Confindustria Salerno -. In questi scatti, che ripercorrono istanti di vita di sessantotto imprese, troverete quel coraggio di fare così fertile da far sbocciare tante buone iniziative, così forte da permettere a diversi settori di irrobustirsi, così organizzato da far sviluppare filiere produttive di fama internazionale. “Visioni d’impresa”, pertanto, non è semplicemente una retrospettiva sulla geografia industriale salernitana, ma anche la sintesi di una visione associativa e di impresa coerente nel tempo e con il tempo, mai rassegnata. Offrire la testimonianza di tante imprese e di più di un secolo di storia significa dare il giusto merito a quanti, investendo e rischiando, hanno contribuito a creare lavoro e a produrre benessere».
Per i i docenti Aldo Montaudo e Biagio Di Salvia, autori dell’opera, “Visioni d’impresa rappresenta un proficuo esempio di collaborazione istituzionale e scientifica tra Università, Impresa e Territorio. Intende evidenziare – in occasione del Centenario di Confindustria Salerno (16 agosto 1919) – antiche vocazioni industriali che, dall’Ottocento al Duemila, hanno contaminato i diversi settori economici della provincia. L’opera – attraverso un saggio storico-economico, brevi storie d’impresa e bei fotogrammi d’epoca – è un recupero della memoria storica che, offrendo più livelli di lettura, pone al centro le principali imprese salernitane protagoniste di un secolo di dinamiche industriali e non solo». «È con estremo piacere – sottolinea Gerardo Di Agostino, editore Areablu – che diamo alle stampe ed editiamo questo importante volume di storytelling. Nell’era in cui è d’obbligo raccontarsi sul web e sui social network, il libro diventa strumento fondamentale per fissare e consegnare alle nuove generazioni le storie delle imprese e degli uomini che rivestono e hanno rivestito un ruolo nel tessuto sociale, oltre che imprenditoriale, delle aree su cui si insediano. Questo volume è narrazione di valori, di uomini e dello spirito con i quali essi si applicano».