Visita dell’ambasciatore coreano al distretto aerospaziale di Grottaglie

39
In foto Seong-Ho Lee

L’ambasciatore della Corea del Sud in Italia, Seong-Ho Lee, è stato  in Puglia per approfondire la conoscenza delle attività aerospaziali esistenti nella regione, ha incontrato il presidente del Distretto tecnologico aerospaziale, Giuseppe Acierno, e ha visitato il Distretto Tecnologico, l’Aeroporto di Grottaglie e lo stabilimento Sitael di Mola di Bari.

Acierno ha illustrato all’ambasciatore Seong-Ho Lee, il quale era accompagnato dal consigliere per gli Affari Economici signora So-Yeon Park e dal segretario per gli Affari Economici signor Yoon Kyum Kim, il quadro complessivo delle attività aerospaziali che si svolgono in Puglia, con particolare riferimento alle iniziative industriali, di ricerca e trasferimento tecnologico che vengono sviluppate nell’area dello scalo aeroportuale di Grottaglie, il quale  ha il riconoscimento di Airport test bed per le attività dei velivoli senza pilota e di spazioporto, unico in Italia, ed è candidato a ospitare il ritorno guidato a terra della navicella spaziale Space Rider che l’Agenzia spaziale europea (Esa) lancerà il prossimo anno dalla base di Kourou (nella Guinea francese).

Il presidente del Dta ha fatto riferimento ai più importanti progetti di ricerca e trasferimento tecnologico che sono in fase di svolgimento o hanno base operativa presso l’aeroporto di Grottaglie. Ha anche ricordato la collaborazione sviluppata con il Comune di Bari su progetti relativi al controllo del territorio con l’utilizzo dei droni e alle prospettive collegate all’Urban air mobility (Uam) per garantire nel prossimo futuro il volo di aerotaxi e l’utilizzo di autovetture senza pilota.  Ha fatto infine riferimento alle attività svolte dal Dta attraverso l’organizzazione del Global space economic workshop, il Mediterranean aerospace matching (Mam) e il Drones Beyond, durante il quale nel settembre del 2021 è stato possibile proprio presso l’aeroporto di Grottaglie far volare  numerosi velivoli senza pilota.

All’incontro hanno partecipato:  in rappresentanza di Enac (l’Ente nazionale che regola e controlla le attività di aviazione vivile) Carmela Tripaldi, responsabile delle Attività di Ricerca e sviluppo delle Nuove tecnologie e dell’Aerospazio; in rappresentanza della società Aeroporti di Puglia, Patrizio Summa, direttore dei Progetti speciali e responsabile del Monitoraggio delle performance della società che gestisce gli scali pugliesi. Entrambi hanno fatto riferimento alle attività già svolte e a quelle in corso per rafforzare la competitività dello spazioporto. L’Ingegnere Tripaldi ha portato il saluto del Presidente di Enac, Pierluigi Di Palma, e dato evidenza delle strategie e delle iniziative condotte dall’Ente, in stretta aderenza agli indirizzi del Ministero della mobilità sostenibile, in primis il processo di sviluppo dello spazio porto. Il dottor Summa ha illustrato il network aeroportuale pugliese, le strategie e le azioni a supporto dello sviluppo dell’infrastruttura aeroportuale di Grottaglie con un approfondimento specifico sullo spazio porto.

L’ambasciatore Seong-Ho Lee ha infine visitato i laboratori del Distretto tecnologico aerospaziale localizzati presso l’aeroporto di Grottaglie, chiedendo informazioni e mostrando interesse per alcune attività di protezione civile, e assistito a operazioni di volo di droni  organizzati dai tecnici del Dta.

“La visita dell’ambasciatore Seong-Ho Lee ai laboratori del Distretto tecnologico  e l’interesse manifestato verso le attività più innovative da noi  svolte generano una concreta opportunità di ulteriore confronto e collaborazione con una delle economie a maggior tasso di crescita innovativa oggi esistente a cui tutta l’Europa guarda estremo attenzione”,  ha dichiarato il presidente del Dta, Giuseppe Acierno, a conclusione della visita.