Visone, trionfo di colori
la primavera è di moda

29

“Papaveri e papere”, un inno alla natura nella sua essenza. È “Papaveri e papere”, un inno alla natura nella sua essenza. È così che l’amato stilista partenopeo Alessio Visone titola la sua nuova collezione primavera estate 2015, nella sua tre giorni di sfilate presso l’accogliente salotto/atelier in via dei Mille 1. Impossibile non applaudire la verve creativa di Visone nelle sue sfumature di colori tenui e definiti della stagione mite in arrivo, disegni originali e tagli ricercati che esaltano la donna sensuale e spontanea, mai banale (in foto, un esempio). Il noto couturier esprime il suo messaggio partendo dalla scelta del titolo: dare risalto ad animali, fiori, aspetti della natura non sempre valorizzati. “Evviva la spontaneità aggraziata della papera e la diafana bellezza dei fiori di campo, abbasso l’eleganza altezzosa del cigno e l’artificiosità della rosa” spiega Alessio. Ecco l’occhio ammaliato dall’ocra della terra, dal giallo del sole e dal pesca e il rosa, dove a fare da capolino tra righe nere degradè su fondo avorio, le accattivanti sagome di papere e ciuffi di papaveri. Ed ancora i rossi, dal papavero al ciclamino, dal fucsia al viola, gli azzurri e i blu del mare e dei laghetti di montagna. È morbido l’ondeggiare delle modelle, su plateau tacco 12 in camoscio, disinvolte ancor più con le borse da shopping e da sera, chiuse da becchi e petali. Dal new look degli anni Quaranta all’allure dei Cinquanta, sempre in chiave contemporanea, si arriva ai Settanta tra bon ton dei disegni e spirito più dark: dagli abiti da cocktail leggermente gonflè a vita alta arricchiti da frange di georgette, si passa a gonne lunghe total black ricamatissime, con corpetti di seta, creazione di alta moda sofisticate, scollature e fondoschiena mozzafiato. Che piacere potersi ritrovare nella moda di sempre, dove a fare da capofila l’intramontabile e sempre gradito plissè. •••