Volcanic Wines, presto il marchio Vini dei vulcani e una carta dei suoli

60

Ufficializzati i nuovi prossimi obiettivi del Volcanic Wines network (VWn), gruppo associativo costituito tra 19 territori di origine vulcanica di tutta Italia e composto da Consorzi di tutela e altri soggetti territoriali. La presentazione della futura strada da perseguire – si legge in una nota – è stata illustrata in occasione di Vulcanei, banco di assaggio di vini da suoli vulcanici organizzato dal 12 al 14 maggio presso il Castello di Lispida a Monticelli di Monselice (Padova) dal Consorzio Vini Colli Euganei in collaborazione con la Strada del Vino dei Colli Euganei e il Consorzio Terme Euganee. Tra le nuove finalità di medio termine del network – spiegano gli associati di Volcanic Wines – la diffusione dell’uso del marchio sui “vini dei vulcani”, una carta dei suoli vulcanici italiani convalidata da un pull di Università che favorisca l’adesione di nuovi territori e aziende e un potenziamento della la ricerca sulle caratteristiche dei vini da suolo vulcanico per definirne le peculiarità.
“Il forte potere evocativo dei vulcani si riverbera sui vini e ne sta decretando il successo nazionale e internazionale – ha sottolineato Franco Zanovello, presidente della Strada del Vino dei Colli Euganei e consigliere nel Consorzio nel commentare i nuovi obbiettivi. La sempre maggiore curiosità dei consumatori alla ricerca di particolarità nel bicchiere e di racconti nuovi- ha aggiunto- impone al Volcanic Wines network di fare delle scelte per definirli più accuratamente”.