Volevano rapire un imprenditore informatico a Bologna: un arresto a Napoli

73

Stavano pianificando il sequestro di un imprenditore del settore informatico, residente nel centro di Bologna. Nelle prime ore del mattino odierno, nelle province di Milano, Verona e Napoli, Carabinieri della Compagnia dei Carabinieri di Corsico (Milano), supportati dal Nucleo Investigativo di Bologna e dai Comandi territorialmente competenti, hanno dato esecuzione a un decreto di fermo della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bologna, emesso nei confronti di 11 uomini italiani, per sequestro di persona in concorso. Il provvedimento cautelare trae origine dalle investigazioni avviate, nel mese di febbraio 2019, dalla Stazione dei carabinieri di Cornaredo (Milano), finalizzate a disarticolare un’associazione per delinquere dedita a frodi informatiche a danno di istituti di credito e riciclaggio, tuttora pendente presso il Tribunale di Milano. In tale ambito, grazie alla prolungata attività tecnica e a servizi dinamici posti in essere in Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, è stato appurato che i componenti della compagine criminale stavano pianificando il sequestro dell’imprenditore. 2465 – Inoltre, nella mattinata di oggi, a Napoli e Modena, i Carabinieri della Compagnia di Corsico, supportati dal Nucleo Investigativo di Bologna e dai Comandi territorialmente competenti, daranno esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Bologna a carico di 6 individui (2 dei quali anche destinatari del fermo) per rapina aggravata in concorso (artt. 628 e 110 c.p.).