Volontariato, missione a Gaza per un team di chirurghi e anestesisti napoletani

93

Un team di medici napoletani è a Gaza, in Palestina, dove sarà operativo presso lo Shifa Hospital per visitare piccoli pazienti, portando avanti gli interventi chirurgici ed il training del personale locale. La spedizione è formata dal team di chirurgia pediatrica composto dai chirurghi Bruno Cigliano, Sergio D’Agostino, Luciano Keller, dall’anestesista Raffaele Aspide e dall’oncologo Gianpiero Cione. I medici sono tutti di origine campana e la maggioranza di loro opera e lavora presso nosocomi napoletani. Alcuni di loro ha avuto esperienze in Africa o in altre nazioni dove c’è bisogno di assistenza, in particolare per bimbi in difficoltà. I medici fanno parte dell’associazione Surgery for Children’ fondata nel 2006 dal chirurgo Sergio D’Agostino, di Ariano Irpino. L’obiettivo è di far fronte sul volontariato coinvolgendo chirurghi, medici, anestesisti, infermieri, che utilizzano le loro ferie per le trasferte. L’attività si concentra in Venezuela e in Uganda oltre che in Palestina. Si scelgono ospedali di buona qualità per effettuare gli interventi, portando materiali e attrezzature per far fronte ai casi più delicati. L’obiettivo è anche quello di formare chirurghi pediatrici. In Uganda, ad esempio, su una popolazione di 40 milioni di abitanti, il 5 per cento è composto da bambini al di sotto dei quattordici anni. Dunque, in quel Paese è fondamentale formare personale sanitario specializzato in questa branca medica. Bruno Cigliano è medico chirurgo e dirigente presso l’Universita’ degli Studi di Napoli ”Federico II”. Raffaele Aspide, medico anestesista è casertano ma si è trasferito ad Imola. Gianpero Cione, chirurgo oncologo, lavora presso l’ospedale San Giovanni Bosco a Napoli mentre Luciano Keller medico chirurgo è dirigente presso l’ospedale San Giovanni Bosco. Una curiosità: Keller era di turno all’ospedale Capilupi di Capri nell’agosto del 2013 quando fu portato al pronto soccorso il bomber Gonzalo Higuain caduto da una barca al largo dell’isola.