VPN mobili, cosa sono e perchè potrebbero essere una buona soluzione

82

La prima cosa che dovremmo sapere, anche se molti lettori avranno già un’idea, è: cos’è una VPN. La Rete Privata Virtuale (VPN) è il modo in cui un dispositivo si connette a Internet tramite una terza parte. Il cellulare, in questo caso, è connesso virtualmente alla rete. Inoltre, tutti i dati sono crittografati, quindi otteniamo sicurezza grazie a una VPN mobile.

VPN per dispositivi mobili

Si tratta di uno strumento molto utile soprattutto se ci colleghiamo a una rete WiFi pubblica. Recentemente abbiamo ampiamente compreso che ciò comporta alcuni rischi e che devono essere prese le dovute precauzioni. A volte la rete in questione non è affidabile, può essere aperta o far parte di una struttura molto affollata (sia in termini di persone sia, quindi, in temrini di connessioni in contemporanea) come un aeroporto o un centro commerciale.

In questi casi se ci connettiamo a una VPN mobile garantiamo sicurezza alla nostra navigazione. In questo modo nessuno può leggere i dati che trasferiamo, poiché sono crittografati ed è essenziale utilizzare una delle migliori VPN possibili, per ottenere le migliori prestazioni. Tramite questi strumenti, non c’è da temere quando si apre l’account personale o si inviano e ricevono informazioni sensibili che non vorremmo cadessero in mani altrui.

La cosa risulta quindi piuttosto interessante per molti utenti, poichè che saremo in grado di rendere il nostro cellulare completamente sicuro. Ma non solo: con questo strumento si riescono a bypassare le restrizioni in alcuni paesi. Ad esempio in Cina non ci consentono di collegarci a siti come Facebook. Con una VPN mobile potremmo aggirare questa limitazione.

Molto utile, quindi, per quegli utenti che viaggiano in paesi dove non c’è libertà su Internet o comunque dove non vogliamo incorrere in problemicon le autorità, dal momento che ci sono stati casi in luoghi come l’Arabia Saudita di multe pesanti e persino la prigione semplicemente per aver messo un messaggio in rete.

Oltre a utilizzarla a livello personale, una VPN mobile è ampiamente utilizzata a livello aziendale. Possiamo essere ovunque, a maggior ragione nei tempi attuali in cui il telelavoro oppure gli spostamenti per lavoro sono una cosa del tutto normale. Tramite la VPN, possiamo ottenere l’accesso ai server dell’ufficio in modo sicuro.

Come avere una VPN

Esistono due opzioni: configurare la nostra VPN mobile oppure utilizzare una delle tante applicazioni esistenti. È vero che in quest’ultimo caso dobbiamo stare attenti, poiché è la stessa applicazione che è responsabile della crittografia delle informazioni e dobbiamo essere sicuri che tutto funzioni in modo corretto e, soprattutto, regolare.

Sebbene possa variare su ciascun dispositivo, in generale su un telefono Android è necessario andare su “Impostazioni”, poi “Opzioni di rete” (altro) e fare clic su VPN. Qui dovremo configurare i diversi dati che ci chiedono, secondo il fornitore, ecc. Una volta pronto, possiamo collegarci con un nome utente e una password che possiamo salvare in modo che non ci chiedano un’altra volta e dunque rendere il processo più rapido agli accessi successivi.

Grazie a ciò possiamo collegarci a reti non sicure o delle quali non abbiamo totale certezza e quindi garantire che i nostri dati viaggino attraverso un’altra rete di cui ci fidiamo, evitando così di mettere a repentaglio la nostra sicurezza. Oltretutto, come già accennato, possiamo anche evitare le restrizioni in paesi terzi e poter utilizzare servizi come Netflix, ad esempio.