Vuoi comprare casa risparmiando il 25%? Ecco 10 buoni motivi!

36

Con l’odore dei dolci pasquali diffuso ancora nelle nostre case, mentre si rientra dalla classica gita fuori porta mi assalgono delle riflessioni legate al mio lavoro o meglio alla mia professione.

Sarà per il fatto che quest’anno non ho voluto provare niente che potesse aumentare il mio peso, perché leggero proprio non sono, ho dedicato questo lungo weekend festivo a riflettere e lavorare sul prossimo impegno che mi aspetta il 16 e 17 aprile a Bologna, se non avessi ancora visto l’evento lo trovi qui >>> Corso Aste Immobiliari

Ma veniamo al titolo che ti ha portato a leggere fin qui, e a cui mi appresto a rispondere nel modo più immediato possibile. Se proprio userò dei termini difficili non esitare a scrivermi nei commenti e chiarirò ogni tuo dubbio.

Perché negli ultimi 3 mesi stai sentendo parlare e scrivere insistentemente sulla possibilità di comprare case alle aste?

Ecco i 10 motivi che attrarranno sempre più investitori immobiliari a questo tipo di acquisto molto spesso non considerato facile e che porterà sviluppo e anche nuovo lavoro in Italia.

Si perché il mercato immobiliare in realtà pesa per il 30% del Pil, semplicemente perché dal “Prodotto Casa” dipendono molteplici attività.

Quando viene venduta una casa ci guadagnano in ordine:

  • l’agente immobiliare
  • il broker mutui
  • il geometra che valuta l’immobile
  • il notaio
  • l’impresa che ristrutturerà la casa
  • il negozio di mobili che arrederà la casa
  • il negozio che venderà la biancheria
  • e chiaramente lo stato che avrà incassato le tasse

Ecco proprio l’ultimo punto dell’elenco, in realtà è il primo per importanza, in questo momento, che sta attraendo nuovi soggetti ad affacciarsi al mondo delle aste immobiliari ed iniziare ad investire in immobili.

Ma andando per ordine vado ad elencare i motivi per cui adesso ti conviene acquistare:

1.tassazione praticamente nulla, solo 600 euro contro il 9% che si pagava prima del 16 febbraio 2016

2.sconto immediato ulteriore del 25%, grazie ad una legge di fine 2015

3.sistema duplicabile, se sei un investitore puoi sistematizzare il flusso di acquisti delegando a terzi

4.possesso immediato, con l’attuale legge gli immobili devono essere liberi, anche se non avviene sempre…

5.rivendibilità veloce, se hai comprato a condizioni vantaggiose di conseguenza rivenderai facilmente

6.mutui dedicati all’acquisto di immobili alle aste

7.riapertura dei termini del condono del 1985

8.risparmiare la provvigione dell’agente immobiliare

9.possibilità, solo in determinate condizioni, di pagare in 12 mesi senza dover richiedere un mutuo

10. acquistare immobili commerciali a reddito già locati a primari inquilini

Non è facile acquistare alle aste immobiliari, devi imparare come fare per poterti assicurare un vantaggio rilevante sulla concorrenza!

L’insieme delle leggi e dei cavilli ha sempre  tenuto lontano dalle aste anche i più smaliziati operatori professionali e chiaramente chi voleva comprare la prima casa. Oggi con queste opportunità, in particolare la tassazione quasi inesistente non ha significato investire in banca a tassi oramai divenuti negativi.

P.S.: Non temere e non abbandonare mai l’idea di acquistare a sconto, devi provarci con impegno e costanza

Buona Vita