Whirlpool Corporation, autotrasportatori sul piede di guerra: il monito di Confimprese Caserta

158
in foto Pietro Monaco, segretario generale di Confimprese

Sulla delicata vicenda Whirlpool Corporation che vede coinvolte una decina di piccole ditte, che per almeno venticinque anni hanno lavorato con il gruppo imprenditoriale ‘Coppola’ prima dell’inserimento del colosso americano che nel luglio del 2014 rilevava il 60,4 % del capitale di “Indesit Company”, è scesa in campo anche Confimprese Caserta il sindacato datoriale delle micro, medie e piccole imprese in difesa di alcuni suoi iscritti.
“Negli ultimi mesi – dichiara Pietro Monaco, segretario generale di Confimprese – è cresciuto notevolmente il malcontento tra una decina di autotrasportatori casertani iscritti al sindacato da me rappresentato, che lamentano la perdita di fatturato causato anche dalle scelte adottate nell’ultimo biennio dalla ‘Whirlpool Corporation’ che affida ad altre ditte il servizio di logistica e trasporti, tagliando letteralmente fuori le imprese esistenti. Sono preoccupato – precisa il segretario generale – di questa insofferenza che serpeggia tra gli autotrasportatori casertani perché nonostante gli sforzi del gruppo industriale Coppola, in qualsiasi momento i nostri iscritti potrebbero proclamare uno sciopero presso i magazzini della Lsw e Crd guidate dalla stessa famiglia Coppola e bloccando anche il magazzino ricambio della Whirlpool di Carinaro. Infine, Pasquale Coppola – conclude Monaco – nella duplice veste di presidente del Cda della Log Service, nonché presidente provinciale di Confimprese Caserta, vuole anche svolgere un ruolo di ‘paciere sociale’ per evitare di far saltare l’accordo con gli autotrasportatori ma attende un segnale di apertura da parte dei dirigenti della multinazionale statunitense”.