Whirlpool, dai lavoratori di Napoli iniziativa di protesta social per il 24 febbraio

91

Ennesima iniziativa degli operai Whirlpool dello stabilimento di via Argine a Napoli, chiuso dalla multinazionale americana a ottobre scorso, per mantenere viva l’attenzione sulla vertenza di lavoro. Il 24 febbraio compie 1.000 giorni la loro lotta per mantenere aperto il sito. “Mille giorni in cui il futuro di tante famiglie e’ ancora incerto, senza una continuità industriale e lavorativa concreta. La nostra lotta per il diritto al lavoro rappresenta tutte le lotte sociali e morali che oggi affliggono il nostro Paese; e’ una lotta di valori umani contro ogni forma di oppressione, che sia di diritti negati, disuguaglianze, discriminazioni sociali e territoriali, e tutte quelle forme di mancanza di valori che generano indifferenza, intolleranza e ancor peggio razzismo. Il grido ‘Napoli non Molla‘ e la voce della resistenza e della speranza che non si arrende partono da noi ma appartengono a tutti”, scrivono in una nota. L’invito e’ a postare nei propri profili social in coincidenza con quella data un video che è nel gruppo facebook “whirlpool Napoli non molla”. “Hanno gia’ dato la disponibilita’ e saranno al nostro fianco tanti amici del mondo dello spettacolo, della politica, e impegnati socialmente, che nel tempo si sono espressi e hanno preso parte alla nostra lotta che con un loro video esprimeranno quel senso di vicinanza, solidarieta’ e misura contro ogni forma di indifferenza. Siamo L’Italia che resiste”, sottolineano.