Whirlpool Napoli, gli operai bloccano i treni Tav, poi le auto. Sgambati (Uil): La città ci scusi, ma protesta giusta

77
In foto una manifestazione degli operai dello stabilimento napoletano di Whirlpool

Circa 200 i lavoratori della Whirlpool hanno bloccato per pochi minuti i binari dei treni ad Alta Velocita alla Stazione centrale di Napoli. Gli operai hanno esposto striscioni e scandito slogan contro la multinazionale americana.
Il corteo si è poi spostato nel grande atrio della stazione per dirigersi, infine, in piazza Garibaldi dove ha bloccato la circolazione delle auto per mezz’ora, prima di far rientro in fabbrica.
“Ci possiamo solo scusare per i disagi – ha affermato iovanni Sgambati, segretario generale della Uil Campania commentando la protesta nella Stazione Centrale di Napoli dei lavoratori della Whirlpool – ma per le lavoratrici e i lavoratori della Whirlpool Napoli non si puà accettare l’arroganza della multinazionale di ricorrere ai licenziamenti collettivi dopo due anni di lotta. Faremo tutto il possibile per contrastare questa decisione: non lo meritano la cittaà di Napoli e il Mezzogiorno”.