Whirlpool Napoli, gli operai bloccano gli imbarchi per le isole. Poi striscione sul Maschio Angioino

63
(Imagoeconomica)

Tornano in piazza i lavoratori della Whirlpool che questa mattina hanno occupato il porto turistico di Napoli, sfilando in corteo lungo il molo Beverello. Si sono ritrovati in piazza Municipio alle spalle di Castelnuovo e, dietro lo striscione a fondo blu con la scritta bianca “Whirlpool Rsu Napoli”, hanno occupato il molo da dove ci si imbarca per le isole del Golfo. Le immancabili magliette “Whirlpool Napoli non molla” e lo slogan scandito già tante volte “La gente come noi non molla mai”. Dopo aver occupato giovedì scorso la stazione centrale di Napoli, i lavoratori dello stabilimento di via Argine, per i quali la multinazionale ha avviato le procedure di licenziamento, chiedono al Governo di intervenire per evitare la chiusura dell’azienda che produceva lavatrici di alta gamma.
In seguito, dopo aver lasciato il Molo Beverello, hanno raggiunto il Maschio Angioino dove, su una delle torri, hanno esposto lo striscione della Rsu, visibile da piazza Municipio. Con i circa venti lavoratori saliti sulla torre, anche l’assessore al lavoro del Comune di Napoli, Giovanni Pagano.