Whirlpool Napoli, il 25 tavolo al Mise e il giorno dopo il ministro Todde a Napoli. Oggi incontro alla Regione

29
In foto una manifestazione degli operai della Whirlpool di Napoli in Piazza Plebiscito

Il viceministro dello Sviluppo economico, Alessandra Todde sarà in Campania il 26 per una visita allo stabilimento Whirlpool a Napoli durante la quale incontrerà lavoratori e sindacati. Il 25 ottobre intanto si svolgerà al Mise una nuova riunione del tavolo WhirlpoolL.
Questa mattina intanto l’assessore al Lavoro della Regione Campania, Antonio Marchiello, ha ricevuto una delegazione delle organizzazioni sindacali in rappresentanza dei lavoratori di Whirlpool nell’ambito della vertenza caratterizzata dalla procedura di licenziamento aperta dall’azienda. I sindacati, secondo quanto riferisce una nota diffusa dalla Regione Campania, “hanno chiesto l’impegno della Regione affinché per i lavoratori Whirlpool venga garantita la continuità occupazionale, evitando i licenziamenti, rappresentando il formale impegno su questo punto cruciale espresso dal Governo nazionale”. Marchiello ha ringraziato i sindacati e i lavoratori presenti “anche per il clima collaborativo e finalizzato alla ricerca di soluzioni che hanno contribuito a creare”, sottolineando “il senso di responsabilità che hanno tenuto durante tutta quest’annosa vertenza”. Marchiello “ha, inoltre, espresso la solidarietà incondizionata della Regione alle organizzazioni e ai lavoratori per l’epilogo negativo della procedura di licenziamento, chiusasi purtroppo, con un mancato accordo”. L’assessore ha rappresentato alla delegazione dei sindacati “l’impegno dell’amministrazione regionale a continuare a seguire attivamente gli sviluppi e le opportunità di reindustrializzazione, necessaria nel sito produttivo di Napoli, vigilando che l’insediamento industriale sia dello stesso livello se non superiore rispetto a Whirlpool. La Regione – prosegue la nota – è, infatti, costantemente in contatto con il Mise che insieme ad Invitalia sta vagliando in queste ore le condizioni per rendere concreto l’obiettivo della cessione del ramo d’azienda e consentire una ricollocazione non traumatica di tutti i lavoratori Whirlpool”.
La scelta grave operata dai vertici aziendali di concludere la procedura di licenziamento collettivo con un mancato accordo nel mentre le parti sociali e le istituzioni vagliavano un concreto progetto di reindustrializzazione, appare del tutto inspiegabile e chiama le istituzioni tutte a sostenere con forza le opportunità pur presenti di reinsediamento produttivo nel sito di Napoli”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. “E’ nostra intenzione – ha proseguito – sostenere le azioni del Governo che in queste ore sta valutando, con il supporto di Invitalia, la praticabilità di una cessione del ramo d’azienda, auspicando che metta in campo tutte le misure nella sua disponibilità affinché Whirlpool partecipi e consenta che tale percorso arrivi a una conclusione positiva senza avviare alcun licenziamento. Si auspica altresì, che vengano al più presto resi pubblici la compagine sociale e i piani industriali attualmente al vaglio del Mise”.