Whirlpool Napoli, oggi vertice al Ministero. In 50 anni l’azienda ha ricevuto aiuti per oltre 100 mln €

411
in foto la sede della ex Whirlpool in via Argine a Napoli

Whirlpool nel corso degli anni ha ricevuto contributi statali e da parte degli enti, per una cifra complessiva che supera i 100 milioni di euro. E’ quanto emerge dalla documentazione che elenca parte delle agevolazioni, che partono dal 1965 e arrivano al 2020. Un tema ‘caldo’, quello dell’ingente di aiuti ricevuta negli anni, soprattutto in vista del nuovo tavolo tecnico sulla sede di Napoli che si svolgerà oggi al ministero dello Sviluppo economico (ore 16.30). Al tavolo saranno presenti, oltre al Mise, i sindacati e Invitalia. Dall’incrocio dei dati del registro nazionale aiuti e dalle banche dati interne alla direzioni per gli aiuti emerge che Whirlpool ema, socio unico di Whirlpool Italia, ha fruito di diverse concessioni di aiuti di cui quasi 30 milioni nel biennio 2017-2018. L’ultima concessione contenuta nelle tabelle risale al 2020, è stata erogata dalla regione Campania (direzione generale per l’istruzione, la formazione, il lavoro e le politiche giovanili), e ammonta a 81.446 euro.