Whirlpool Napoli, scende in campo anche il cardinale Sepe: Chiusura incomprensibile, intervenga lo Stato

114
In foto il Cardinale Crescenzio Sepe

“Confermo e rinnovo vicinanza e solidarietà a tutti i lavoratori della Whirlpool, nella condivisione delle loro ansie e della loro legittima rivendicazione del diritto al lavoro”. Lo scrive il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli. “Seguo da tempo questa vicenda, che è certamente triste – aggiunge il cardinale Sepe – e che trovo del tutto assurda per il protrarsi di un’attesa lunga e snervante rispetto a una composizione possibile della vertenza con la società titolare o rispetto all’individuazione di una credibile soluzione alternativa con la mediazione e la necessaria garanzia delle istituzioni”. L’arcivescovo ricorda di essere stato “più volte tra i lavoratori dello stabilimento di Napoli dove ho anche celebrato una festa del Primo Maggio e la Messa, perché il lavoro è fattore fondamentale nell’affermazione della dignità della persona. Ho sempre trovato un’azienda fiorente, moderna e competitiva grazie all’alto livello professionale di tutte le maestranze. Conseguentemente, mi è sembrata incomprensibile e ingiustificabile la decisione aziendale di chiudere lo stabilimento”.
Il cardinale Sepe ribadisce che “rispetto a tale imminente ipotesi non si può restare indifferenti e prendere semplicemente atto. E’ necessario che le istituzioni nazionali e locali, in ragione del loro ruolo e potere, si attivino decisamente e concretamente. Bisogna salvare un’azienda che rappresenta un’eccellenza nel mondo produttivo cittadino e meridionale. Occorre tutelare i lavoratori e le loro famiglie. Napoli, già provata sul piano occupazionale e sociale, non può essere ulteriormente privata di una struttura produttiva valida e apprezzata sui mercati. A nome della Chiesa di Napoli – conclude l’arcivescovo – esprimo l’auspicio, e rivolgo accorato appello alle autorità competenti, che dall’incontro odierno possa uscire una scelta che sia rassicurante per tutti, mantenendo aperto e attivo lo stabilimento Whirlpool di Napoli”.