Yogurt di latte di bufala, il Gambero Rosso premia l’Azienda agricola San Salvatore di Paestum

165

Ancora un prestigioso riconoscimento per l’Azienda Agricola San Salvatore e la sua produzione di eccellenza. Lo yogurt bianco di latte di bufala, infatti, è stato inserito nella guida Top Italian Food & Beverage Experience di Gambero Rosso, lo strumento di consultazione pensato per gli amanti del made in Italy e per gli operatori del settore che promuovono le migliori tradizioni nostrane.
Un premio ai valori etici, all’abnegazione e alla ricerca dell’Azienda Agricola San Salvatore. Tutto il processo produttivo degli yogurt, teso fra tradizione e innovazione tecnologica, è parte di una filiera chiusa, che inizia dalla produzione dei foraggi, passa per la produzione del latte e termina presso i laboratori di trasformazione degli yogurt. Il tutto a chilometro zero, nel pieno rispetto dei principi dell’economia circolare.
Ogni passaggio non è semplicemente controllato, ma è parte di un progetto di miglioramento continuo che, anno dopo anno, consente di innalzare la qualità del prodotto. L’alimentazione delle bufale, controllata e specificatamente studiata per migliorare il benessere dell’animale – e non la produzione – è solo una delle attenzioni che l’azienda pone verso la produzione degli yogurt. La stessa trasformazione del latte avviene in un impianto di ultima generazione, altamente tecnologico e in atmosfera controllata, che consente di ottenere la massima qualità dello yogurt.
Il prodotto finale è un’esperienza di gusto, che ondeggia tra la dolcezza del latte di bufala e l’acidità dello yogurt, sospesa in una consistenza vellutata e cremosa. Caratteristiche che, evidentemente, hanno convinto anche gli esperti della prestigiosa guida del Gambero Rosso a valutare positivamente questa eccellenza cilentana.
La scelta dei foraggi prodotti a chilometro zero e privi di OGM, così come l’utilizzo di energia elettrica pulita, è infine l’omaggio che l’azienda fa all’ambiente, di cui è parte e per la salvaguardia del quale San Salvatore si impegna passo dopo passo.
È grazie a questo mix di ricette artigianali e tecnologia all’avanguardia se, in poco tempo, lo yogurt di San Salvatore ha conquistato mercati esteri come quello del Regno Unito, della Francia, della Macedonia, ma anche più lontani come quello della Cina.

L’azienda
L’Azienda Agricola San Salvatore nasce nel territorio del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, fra i comuni di Capaccio, Paestum, Stio e Giungano. Con un allevamento di oltre 650 bufale, a oggi l’azienda produce i propri prodotti caseari con grande attenzione alla sostenibilità ambientale. Sia sotto il profilo della conduzione, che avviene con metodi e preparati biodinamici, sia dal punto di vista della produzione di energia elettrica, garantita da un impianto di biodigestione, che è in grado di fornire 1.992.000 KW/anno.

La guida Top Italian Food & Beverage
La guida Top Italian Food & Beverage è nata nel 2015, in occasione dell’Expo Milano, come strumento pensato per dare visibilità alle migliori aziende agroalimentari italiane. Proposta sia in lingua italiana che in lingua inglese, la guida non è un semplice catalogo di aziende del made in Italy, ma un progetto di valorizzazione delle eccellenze italiane, che esportano fuori dai confini nazionali.