Youth for Love, il web game contro bullismo e violenza di genere

10

(Adnkronos) – Un web game contro bullismo e violenza di genere. È Youth for Love, l’e-game promosso da ActionAid e sviluppato da La Fabbrica e Melazeta nell’ambito dell’omonimo programma educativo, co-finanziato dal Programma Rights, Equality and Citizenship (REC) dell’Unione Europea, sviluppato nelle scuole superiori di quattro Paesi europei (Italia, Grecia, Belgio e Romania), che varca i confini delle scuole per arrivare a coinvolgere i giovani sul web grazie ad un linguaggio a loro più vicino. Youth for Love, dedicato a ragazzi e ragazze, è un gioco interattivo online dove mettersi alla prova per imparare ad affrontare il problema della violenza di genere nell’adolescenza.

Obiettivo del gioco, sottolinea ActionAid, è “riconoscere i segni di bullismo o di violenza nei diversi contesti che i ragazzi e le ragazze vivono e incoraggiare la riflessione sulle conseguenze delle scelte quotidiane, adottando un terreno virtuale per sperimentare situazioni potenziali ma realistiche di abusi, molestie, cyberbullismo e capire alla fine come rispondere e come adottare comportamenti rispettosi ed equi”.

Al fianco di ActionAid scenderanno in campo gamers seguiti da ragazzi e ragazze appassionati di giochi online, tra questi Daniele Paolucci/Prinsipe, Matteo Ribera/Ribell, Manuel Malfer/Sloppy e Ludos che organizzeranno live streaming di gruppo per giocare assieme sulla piattaforma Twich. Su Youtube sarà l’influencer Brazo Crew, con la sua community, a lanciare da domenica 8 dicembre i video di scoperta e sperimentazione live del gioco e dei suoi personaggi con racconti della propria esperienza personale sul tema. L’hashtag sui social per seguire le dirette dei gamers è #youth4love. L’agenzia Mkers lancerà sui suoi canali l’invito a giocare e partecipare.

Youth for Love The Game, disponibile per smartphone gratuitamente e senza registrazione al link https://www.youthforlove.eu/game/, è strutturato come un’avventura testuale che comprende 14 personaggi di cui 7 sono quelli principali – Amar, Sofia, Lucas, Yasemin, Maria, Lyn e Georgios – con cui giocare e 28 storie con diversi incroci. Il gioco di ruolo virtuale è la palestra in cui le ragazze e i ragazzi, attraverso le interazioni e le scelte a bivio che compiono, potranno sperimentare situazioni reali e quotidiane a scuola, al parco, nelle chat di gruppo e a casa, che possono trasformarsi in potenziali episodi di violenza di genere e di bullismo. Sarà il giocatore a indirizzare la storia scegliendo e verificando le conseguenze delle sue scelte.