Zes, Lepore: Campania e Calabria aree pilota

54
 
“Siamo il primo paese europeo avanzato che adotta una misura come le Zes che riguarderà il mezzogiorno e in particolare alcune regioni come la Campania e la Calabria, che sono le aree pilota di questo processo”. Lo ha detto l’assessore alle attività produttive della Regione Campania in occasione della presentazione del quarto rapporto annuale “Italian Maritime Economy” di Srm, Studi e ricerche per il Mezzogiorno, a Napoli. Sul tema dell’economia del mare, che Lepore ha definito “un asset fondamentale per il Sud”, l’assessore ha infatti sottolineato “il tema – ha detto – delle zone economiche speciali che sono state istituite ieri con un decreto è già un punto di fondamentale importanza. Bisogna intensificare l’azione anche per il rafforzamento delle attività che guardano al mare sia in termini di logistica che di attività produttive. La logistica può essere spinta in avanti da provvedimenti come quelli della zes della Campania che ne abbiamo adottato a dicembre in giunta, che sarà un supporto fondamentale alle azioni del governo e al decreto variato ieri”. Lepore ha anche spiegato che è necessario “c’è un dibattito – ha detto – sulle vie commerciali che ha messo in evidenza come la Campania anche all’interno della via della seta, può rappresentare un punto fondamentale, diventando anche una via di transito per le merci che arrivano da altri paesi. Per la Campania si prefigura quindi un doppio ruolo: l’attività di propulsione produttiva e la funzione di nodo logistico, in questo senso l’attività dei porti e interporti è di fondamentale importanza”.