Zes, Spirito: Il ruolo delle banche fondamentale per l’erogazione degli incentivi

56
In foto Pietro Spirito
“Il ruolo del credito è fondamentale per la ripresa degli investimenti e l’istituzione delle Zone Economiche Speciali richiede anche una finanza che ci crede e sostiene il sistema industriale e ha la voglia e la forza di stare al fianco degli imprenditori”. Lo dice Pietro Spirito, presidente dell’Autorità di Sistema del Tirreno Centrale, a margine della firma dell’accordo tra l’Autorità Portuale e il Banco di Napoli per un plafond di finanziamenti a favore delle imprese che investiranno nelle zes. Spirito, che arà a capo del comitato di indirizzo della Zes, spiega che: “Gli incentivi da soli non bastano ci vuole anche la rigorosa analisi che il sistema bancario fa sui progetti di investimento, per avere realtà industriali che credano davvero nel radicamento nei territori Meridionali e abbiano la capacità di esportare verso il mondo, perché uno dei temi fondamentali per un rilancio economico forte del Mezzogiorno è migliorare la qualità e la quantità delle nostre esportazioni”. Sull’iter per la costituzione delle Zes, Spirito ricorda: “Bisogna completare il percorso istituzionale, perché il governo deve varare i decreti e la Regione Campania deve approvare il piano strategico della Zes. Da quel momento in poi il comitato di indirizzo, che coinvolgerà il governo e la Regione, dovrà cominciare l’analisi e la selezione degli investimenti che saranno proposti dagli imprenditori e avere una istruttoria anche da parte delle banche che sosterranno la parte di capitale circolante è un elemento che considereremo determinante per poter erogare gli incentivi previsti”.