Zone economiche speciali, incontro con il ministro De Vincenti all’UniPegaso

119
In foto Claudio De Vincenti

Il Decreto Sud con 200 milioni di euro stanziati per le Zes delle cinque regioni meridionali (Calabria, Campania, Sicilia, Basilicata e Puglia), da utilizzare tra 2018 e il 2020, è il tema del dibattito organizzato in collaborazione tra l’Università Telematica Pegaso, l’Universitas Mercatorum, l’Università degli Studi di Napoli “Parthenope” e l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”. Se ne discuterà venerdì 26 gennaio alle ore 14:00, presso la Sala degli Specchi di Palazzo Zapata (Piazza Trieste e Trento, 48 – Napoli), durante il convegno dal titolo “I Porti e le Zone Economiche Speciali”. Il nuovo concetto di Zes individua zone del Paese  collegate ad una area portuale, destinatarie  di  importanti benefici fiscali e semplificazioni amministrative, che consentano lo sviluppo di imprese già presenti sul territorio o che si insedieranno, attraendo anche investimenti esteri. Alla tavola rotonda – moderata da Giovanni Di Giandomenico, preside della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Telematica Pegaso, e introdotta da Francesco Fimmanò, direttore scientifico dell’Universitas Mercatorum e dell’Università Telematica Pegaso – interverranno: Danilo lervolino, presidente dell’Universitas Mercatorum e dell’Università Telematica Pegaso; Giovanni Cannata, rettore dell’Universitas Mercatorum; Alberto Carotenuto, rettore dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”; Antonio Uricchio, rettore dell’Università degli Studi di Bari ”Aldo Moro”; Adriano Giannola, presidente dello Svimez; Ugo Patroni Griffi, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale dell’Adriatico Meridionale; Pietro Spirito, presidente dell’Autorità del Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale – Porti di Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia; Giorgia Boi, ordinario di Diritto della Navigazione Università degli Studi di Genova; Andrea Prete, presidente di Unioncamere Campania; Salvatore Esposito De Falco, ordinario di Economia e Gestione delle Imprese dell’ Università di Roma “Sapienza”. Le conclusioni saranno affidate ad Amedeo Lepore, assessore alle Attività Produttive della Regione Campania e Claudio De Vincenti, ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno.