Zte, allarme della Slc Cgil: Posti di lavoro a rischio anche a Pozzuoli

123

Il lungo contenzioso tra il governo degli Stati Uniti e Zte, colosso cinese delle telecomunicazioni, potrebbe avere serie ripercussioni anche per i livelli occupazionali in Italia dell’azienda cinese che da un anno e mezzo ha vinto la gara di appalto della rete mobile di WindTre. Se Zte non riuscirà a mantenere i target di competitività elevati come avvenuto fino ad oggi, rischia di perdere l’appalto con conseguenze sui siti produttivi aperti in Italia, tra cui uno nel comprensorio Olivetti, a Pozzuoli, dove sono impiegati circa 50 lavoratori. “E’ evidente che Zte sarà drasticamente marginalizzata nell’appalto di rete mobile di WindTre – spiega Alessandra Tommasini, segretario generale Slc Cgil Napoli e Campania – e saranno fortemente ridimensionati i volumi di lavoro gestiti finora. Così si entrerà a brevissimo in una fase molto delicata nella quale ci saranno ripercussioni sulla tenuta occupazionale dei lavoratori ad oggi impiegati in tutta Italia e naturalmente in Campania. Incontreremo i lavoratori in assemblea la prossima settimana per renderli partecipi delle evoluzioni delle trattative in corso al fine di tutelare i posti e le condizioni di lavoro”.