Giovani imprenditori in rete, risorse per 800mila euro

72

La Commissione europea in soccorso dei giovani imprenditori. Scade martedì prossimo 15 settembre il bando per l’attuazione del “Progetto pilota: sostegno a reti di giovani imprenditori creativi nell’Ue e in Paesi terzi”. L’obiettivo è quello di favorire la creazione di una piattaforma virtuale che riunisca le reti di giovani imprenditori attivi nei settori culturali e creativi esistenti all’interno dell’Unione europea e in Paesi terzi e che faciliti la creazione di nuove reti. Per giovani imprenditori creativi si intende professionisti di età inferiore ai 40 anni che lavorano in organizzazioni culturali o artistiche o che hanno una propria impresa creativa.

La piattaforma

Il bando punta a finanziare un solo progetto riguardante la realizzazione di tale piattaforma. La piattaforma dovrebbe essere suddivisa per settori di attività e consentire la fornitura di servizi quali coaching, attività di apprendimento tra pari, scambi o condivisione di conoscenze, workshop su temi specifici, visite di studio, eventi di networking ed eventi di match-making con i rappresentanti dei settori culturali e creativi di tutto il mondo. La piattaforma dovrebbe inoltre essere sostenibile, ovvero rimanere attiva per almeno 5 anni dopo la fine del progetto.

Scopo del bando

L’azione contribuirà a promuovere lo scambio di esperienze a livello transettoriale e internazionale e la condivisione di know-how in merito a nuovi modelli di business e di gestione per i settori culturali e creativi, a migliorare l’accesso dei professionisti/artisti/operatoriculturali locali alle reti dell’Ue e dei Paesi terzi, a facilitare approcci di co-working e progetti di cooperazione culturale, a trovare nuovi talenti, a penetrare nuovi mercati internazionali, a favorire il networking tra organizzazioni culturali e creative e policy-maker che lavorano per lo sviluppo dei settori culturali e creativi. Consentirà inoltre ai giovani imprenditori creativi di condividere le loro preoccupazioni e discutere delle loro esigenze.

Chi può partecipare

Possono presentare candidature organizzazioni pubbliche e private aventi personalità giuridica e stabilite in uno degli Stati membri dell’Ue. Può trattarsi di una singola organizzazione la cui attività principale si svolga nei settori culturali e creativi, oppure di un consorzio di organizzazioni di cui almeno una deve svolgere la sua attività principale nei settori culturali e creativi.

Durata e budget

Il progetto dovrà avere una durata di 24 mesi con inizio tra dicembre 2015 e gennaio 2016. Le risorse messe a disposizione dal bando ammontano a 800mila euro. Il progetto selezionato potrà essere cofinanziato fino all’80 per cento dei costi ammissibili. La scadenza è fissata per il 15 settembre 2015.


Risorse

800 mila euro

Cofinanziamento

Fino all’80 per cento dei costi ammissibili

Chi può partecipare

Organizzazioni pubbliche e private con personalità giuridica e stabilite in uno degli Stati membri dell’Ue

Scadenza

15 settembre 2015

Scarica il bando