Home Autori Articoli di Diario Liberale di Roberto Tumbarello

Diario Liberale di Roberto Tumbarello

Diario Liberale di Roberto Tumbarello
233 ARTICOLI 0 Commenti
Roberto Tumbarello, giornalista professionista, laureato in Giurisprudenza, ha tre figli e sei nipoti. Medaglia “pro merito” del Consiglio d’Europa, di cui è stato portavoce in Italia per tanti anni, è esperto in Comunicazione e Diritti umani. È stato redattore e inviato speciale di diversi quotidiani e periodici a vasta tiratura. Ha chiuso la carriera come direttore del “Giornale di Napoli”. Tra le sue ultime pubblicazioni di successo: “Gesù era di destra o di sinistra?” (Sapere 2000, 2009), “Si salvi chi può” (Edizioni Radici, 2012), “O la borsa o la vita” (Armando, 2014), "Viaggio nella vita" (Armando 2017), attualmente in libreria.

Il cittadino sempre in balia di commercianti prepotenti

Non si vuole sentire le ragioni del cliente anche quando sono palesi. Tutti i governi – di destra o di sinistra, populista o sovranista – se ne sono infischiati. Non c’è un’autorità cui ricorrere. Siamo continuamente truffati e prevaricati da chiunque abbia la nostra carta di credito in mano. Con la complicità o negligenza delle aziende di soggiorno, alberghi...

Ecco come incrementare l’economia e diffondere ricchezza

La ricetta è americana. La politica non c’entra. Da noi per aumentare i profitti si licenzia il personale, creando povertà e, di conseguenza, riducendo i consumi. Oppure chiudendo l’azienda è trasferendola in paesi in cui la manodopera costa di meno. Negli Stati Uniti, invece, un gruppo di imprenditori ha stipulato un accordo privato, che trova sempre più adesioni. Non...

La vita è il bene più prezioso, ma non le diamo il valore che merita

Sarà la droga o l’ignoranza, l’incoscienza o un virus che gira per l’aria, oppure il benessere immeritato. Da un po’ di tempo ci crediamo immortali. Una volta c’era l’istinto di conservazione a proteggerci da pericoli mortali. Per esempio, chi non sapeva nuotare non faceva il bagno in mare né al lago o al fiume. Non ci si avvicinava proprio....

Il Calcio, Facebook e la Cuccarini sono i veri problemi dell’Italia che stupidamente trascuriamo

Chissà se Zingaretti si accorderà con i grillini per formare un nuovo governo. O se Di Maio accetterà l’offerta di Salvini di continuare assieme l’esperienza politica. Sono ore decisive per il destino del paese, che, però, è più preoccupato per la polmonite di Sarri. Non che gli importi la salute dell’allenatore della Juve, ma purtroppo non sarà in panchina...

Il funerale deve essere l’ultimo saluto a chi lo merita

Capisco moglie e figli che vogliono riscattare l’esecuzione mafiosa del congiunto con un addio degli ammiratori. Ho difficoltà, invece, a giustificare chi era disposto a rendergli omaggio per la sua popolarità e appartenenza sportiva che non può far dimenticare ciò che era in vita. La società non dovrebbe dividersi tra destra e sinistra, ricchi e poveri, cittadini e immigrati,...

Sono Benemeriti, ma, persino nella tragedia, riescono talvolta a cadere nel ridicolo

Chi è il mediatore? Perché ha denunciato i due americani pur avendoli indirizzati a chi gli aveva rifilato tachipirina per cocaina? Come mai l’altro carabiniere ha assistito alle 11 pugnalate senza reagire? Anziché presentarsi più numerosi e in serio assetto operativo hanno finto un normale controllo documenti. Un’adeguata azione di polizia avrebbe, invece, risparmiato la vita al povero vice...

Non si era mai sentito di un pusher che, avendo subìto un furto, chiama i carabinieri

C’è voluto almeno un minuto per accanirsi con 11 coltellate sul povero vicebrigadiere. Anche il collega era disarmato? Non infieriamogliene altre con le polemiche, chiede giustamente l’Arma. Ma neppure con tanti punti oscuri, con inutili bende sugli occhi agli indagati, con la diffusione di foto non certo scattate per stupidità. Tanto, prima o poi la verità viene a galla...

La libertà ha un costo, ma la maggior parte degli uomini la ritiene una spesa superflua

L’Italia è il paese col culto delle evasioni. Più clamorose sono quelle fiscali. Ma anche dalle carceri sono sostanziose. Ce ne sono continuamente, purtroppo facilitate dalla complicità di qualche interno. Dai domiciliari si scappa addirittura sulla sedia a rotelle. È fuggito dalla gabbia un orso di 5 quintali, appena catturato. Eppure il recinto era elettrificato. Ma ogni tanto manca...

Camilleri non è morto, i personaggi come lui non muoiono del tutto

I messaggi che ha trasmesso continueranno a viaggiare, come l’esempio che ci ha dato. Onestà, cultura, saggezza, dignità e garbo, qualità che oggi purtroppo scarseggiano. Lui ce le ha spesso ricordate nei suoi libri e soprattutto nel comportamento. La società ingrata, che ora lo piange, gli ha riconosciuto il successo quand’era ormai anziano. Tanto valeva rimanere in Sicilia, che,...

Se no, perché le piattaforme sociali sarebbero gratuite?

Per quanto possano gli ottimisti sforzarsi di trovare un aspetto positivo di FB, finora non ci sono riusciti. Serve a chi ci controlla per conoscere i nostri gusti, abitudini e tendenze politiche. È un passatempo per chi non sa cos’altro fare. Uno sfogo per i frustrati. Una risorsa per i pedofili che attirano minori sprovveduti. Adesso anche fonte di...
- Advertisement -

Guarda la newsletter di oggi


Guarda Confindustria News














Almanacco della Campania 2019

Scarica pdf

 

Ultime Notizie