Home Autori Articoli di Diario Liberale di Roberto Tumbarello

Diario Liberale di Roberto Tumbarello

Diario Liberale di Roberto Tumbarello
183 ARTICOLI 0 Commenti
Roberto Tumbarello, giornalista professionista, laureato in Giurisprudenza, ha tre figli e sei nipoti. Medaglia “pro merito” del Consiglio d’Europa, di cui è stato portavoce in Italia per tanti anni, è esperto in Comunicazione e Diritti umani. È stato redattore e inviato speciale di diversi quotidiani e periodici a vasta tiratura. Ha chiuso la carriera come direttore del “Giornale di Napoli”. Tra le sue ultime pubblicazioni di successo: “Gesù era di destra o di sinistra?” (Sapere 2000, 2009), “Si salvi chi può” (Edizioni Radici, 2012), “O la borsa o la vita” (Armando, 2014), attualmente in libreria.

Pensiamo anche ai nostri figli, non solo a denaro, potere e visibilità

Anziché dedicarci con tanto impegno al latte già versato a Genova, è più opportuno individuare altri viadotti e ponti pericolanti altrove. Inutile scaricare le colpe tra destra e sinistra, ugualmente responsabili, avendo governato male entrambe. Proprio per questo oggi sono scomparse. La triste realtà è che l’Italia sta cadendo a pezzi. Il sisma è più tollerante degli uomini e...

Qual è l’orgoglio di infrangere la legge definendola sbagliata?

Siamo fieri di essere processati. Ciò che è giusto lo decidiamo noi. Come dire l’Ètat c’est moi, la frase che Luigi XIV, re di Francia, avrebbe pronunciato il 13 aprile 1655, quando instaurò la monarchia assoluta. Accentrò, così, i poteri dello Stato nella propria persona per diritto divino. Poco più di un secolo dopo, nel 1789, la Rivoluzione rese...

Per ora ci rendiamo solo ridicoli, ma possiamo procurarsi guai molto seri

L’Europa non è decotta né inutile. È una e saggia iniziativa che 70 anni fa sei governi presero per evitare che i nostri figli e nipoti conoscessero gli orrori della guerra. Infatti, abbattute le frontiere, con l’Euro non ci sono più tensioni e non siamo ancora contenti. I paesi sono cresciuti e i problemi aumentati. Non è con arroganza,...

Se una quindicenne vuole farsi stuprare

Non è difficile, ma neppure facile. Deve avere genitori che le consentano di andare in discoteca fino alle cinque del mattino. Lì, anziché stare col gruppo dei suoi amici e tornare a casa con loro, fare amicizia con uno sconosciuto, per di più straniero e consentire che la corteggi. Poi, farsi accompagnare da lui. Non passando per il centro,...

Se fossimo più educati, come Salvini ci vuole, avremmo votato allo stesso modo?

Anziché commentare ciò che hanno realizzato, annunciano ancora il programma promesso in campagna elettorale. Si conferma l’abolizione della legge Fornero e la riduzione delle tasse. La Lezzi parla di notevoli investimenti al Sud. Il premier annuncia per settembre sfide importanti. Il M5S assicura il reddito di cittadinanza. Ma ci sono due sorprese non annunciate. Un premio per chi insulta...

Avere figli è un diritto o un privilegio?

Persino gli orologi fermi, due volte al giorno segnano l’ora esatta. Quindi, non è possibile che tutto ciò che decide il governo, per l’opposizione sia sempre sbagliato. So che non è giusto fare differenze tra chi ha orientamenti sessuali diversi. Ricordo, però, che, pur amando i miei genitori anziani, ero a disagio se venivano a prendermi all’uscita da scuola....

Non è giusto che le colpe dei padri ricadano sui figli

E quelle dei figli? Sono responsabili i genitori. Non hanno saputo insegnargli a chi tirare le uova. Ci sono migliaia di bersagli legittimi. Soprattutto per un rampollo PD. Non solo come goliardata. Proprio perché tanti se li meritano. A chi fa perdere voti al partito. Ai leccaculi di qualsiasi coalizione. A chi, senza dignità salta sul carro del vincitore....

Mi avete convinto, ma non cancello nessuno

Non sono state le belle parole – forse non le merito neppure, ma mi hanno commosso e ve ne sono grato – di chi mi invita a ripensarci. Quanto tutti coloro che non mi hanno scritto e per i quali stupidamente recedevo. Sono soprattutto loro – non tutti ingenui né ignoranti, ma, peggio, accecati dalla certezza della loro verità...

Padri gelosi di una prole inetta

Non possono esserne orgogliosi, come di solito i genitori di chi riesce. Perché sono i primi a rendersi conto che non sono capaci. Eppure, non avendo nemmeno finito le scuole, sono famosi. Qualcuno è in Parlamento, altri addirittura al governo. Loro, invece, dotati di qualità e cultura, sono rimasti nell'anonimato. Adesso, anziché gli elettori, sono loro a reagire. Li...

Trattiamo bene almeno i migranti in regola!

È un momento grave. Ci vorrebbero grandi statisti e cittadini evoluti. L’Islam è in espansione. Uomini alla moschea e donne in chador. Non per fede, ma per una ricerca di identità. Gliel’abbiamo rubata quando li colonizzavamo. Ora la rivendicano e tocca pagare. Non è tempo di Crociate. Non più popolo di santi eroi e navigatori. Armiamoci e partite. Siamo...
- Advertisement -

Guarda la newsletter di oggi


Guarda Confindustria News


Vai allo speciale




Infotraffico del 25 Settembre 2018














Almanacco della Campania 2018

Scarica pdf

 

Ultime Notizie