10.8 C
Napoli
lunedì, Gennaio 30, 2023
Home Autori Articoli di Covid e altre storie di Flavio de Luca

Covid e altre storie di Flavio de Luca

25 ARTICOLI 0 Commenti

La Guerra, la Russia e la sindrome da accerchiamento

La situazione continua a peggiorare. Molti anni fa, non so più ora, era in voga il detto “chi picchia per primo picchia due volte”. L’idea era che anticipare le mosse dell’avversario dava il vantaggio di vederlo stramazzare al suolo o quantomeno intontirlo. Non funziona e, in ogni caso, chi colpisce per primo, in genere, è il più impaurito se non il...

Guerra in Ucraina, le parole possono far più danno dei missili

Ho impressione che, per quanto riguarda la guerra in Ucraina si stia creando una cesura tra le autorità di governo e le popolazioni. Di questa cesura nessuno si interessa, perché si dà per scontato che quanto i Capi di Stato e di Governo decidono, risponda ai desideri dei loro governati, disposti all’estremo sacrificio pur di salvaguardare i principi sacri e...

L’Ucraina, la scommessa di Putin e la guerra economica della Ue

Non appena scattata l’invasione dell’Ucraina, l’Ue ha iniziato la guerra economica contro la Russia, suo principale partner commerciale, escludendo di poter assumere ruolo terzo tra 2 paesi europei non membri dell’Unione. Vladimir Putin non è un santo, forse nemmeno un brav’uomo, ma la sua storia racconta che non ha ordinato l’invasione dell’Ucraina senza rappresentarsi i rischi di una caduta...

Le manovre per il Colle: che cosa c’è dietro la candidatura di Berlusconi e perché Draghi fa paura a tutti

Il Centrodestra, candidando Berlusconi non ha fatto autogoal ma rovesciato il tavolo per costringere Centrosinistra e 5Stelle a sedersi e discutere. Pur chiedendo un nome superpartes condiviso, glissano, nella speranza di trovare la quadra tra loro. Impallinando Berlusconi, Letta ha fatto fuori Prodi e tenuto in caldo Casini, ex DC ex UDC eletto l’ultima volta con i voti del PD....

Dalla disaffezione per la classe politica a quella per la politica. Non ci resta che sperare in Draghi

Siamo vicini al punto di rottura: la crisi del sistema partitico, figlio del downgrading delle culture dominanti nel XX secolo, ha innescato e incubato la crisi della sua forma di stato. Che la Democrazia sia in crisi non è novità, lo è da sempre, da quando è stata adottata; non era per piaggeria che Churchill la definisse la migliore delle...

L’Occidente si interroga dopo la resa in Afghanistan. Ecco perché gli Usa hanno sbagliato tutto

Per l’Uomo Primitivo l’Incomprensibile era mistico e dopo un pò divino. Secoli dopo la civiltà ellenica spiegò che il Corpo era la morte dell’Anima cosicché, morto il Corpo, lo Spirito viveva. La convinzione dilagò nel Mondo Classico e il peccato divenne del Pensiero (attraverso il Corpo) il quale non era Pensiero né Spirito. L’Uomo risponde primariamente al principio di conservazione della...

Sottrarre l’Inter ai cinesi e affidarla a un commissario (magari Carlo Cottarelli). Prima che sia troppo tardi

L’Inter è sicuramente una grande azienda, altrettanto sicuramente è in crisi. Per salvarla da una politica sportivamente e finanziariamente sciagurata sarebbe interesse di creditori e dipendenti, tra quali vanno annoverati i calciatori che militano nelle sue squadre, seguire una strada non ortodossa per sottrarre alla proprietà il controllo della Società. Perché in questo modo si tutelerebbero le sorti sportive della...

Misure anti Covid tra opportunismo e mancanza di coraggio: siamo il Paese del “poco, maledetto e subito”

Alla luce dei dati sanitari, la posizione di Salvini appare politicamente azzardata. Non appena rimossi i vincoli, scienziati e medici hanno iniziato a richiamare all’ordine, avvertendo che il rischio di una terza ondata era più che fondato. Sono state invece sottovalutate le fasce aggredite dal Covid: no-vax e vaccinati con una sola dose, giovani tra i 10 e 29...

Europei di calcio, l’arrogante Inghilterra umiliata dall’Italietta. Ma stia attenta, in futuro rischia di perdere molto più di una coppa

Gli inglesi hanno chiamato noi italiani in ogni modo ma, a differenza degli americani, con sarcasmo mai con ironia cioè col desiderio inespresso di offendere. Questi Europei di calcio che, secondo alcuni (che sbagliano) la GB non avrebbe dovuto giocare essendo uscita dall’UE (l’Europa geografica non coincide con quella socio-economico-politica), hanno visto confrontarsi due squadre diverse quanto le rispettive...

Riforma della giustizia, una questione eternamente irrisolta

Parlare di riforma della giustizia a pochi giorni dalla libertà condizionata concessa a Brusca e dall’assassinio di Roberto Mottura in casa sua potrebbe fuorviare. La proposta fatta nel 1994 dal ministro della giustizia Biondi per evitare arresti ricattatori era difatti sacrosanta ma si sbriciolò contro il muro eretto dalla OP a difesa della ribellione del Pool mani pulite. Di Pietro aveva...
- Advertisement -






Ricevi notizie ogni giorno


Confindustria News