Home Autori Articoli di Osservatorio Globale di Giancarlo Elia Valori

Osservatorio Globale di Giancarlo Elia Valori

Osservatorio Globale di Giancarlo Elia Valori
300 ARTICOLI 0 Commenti
Giancarlo Elia Valori (Meolo, 27 gennaio 1940) è un dirigente d'azienda italiano, è stato presidente di numerose società tra cui: la Autostrade per l'Italia S.p.A., la società concessionaria che gestisce la rete autostradale italiana, la SME - Società Meridionale di Elettricità, l'UIR - Unione Industriali di Roma. Dal 2006 al 2011 è stato è presidente di Sviluppo Lazio[1], holding di controllo di tutte le società partecipate dalla regione, e dell'impresa edilizia Torno Internazionale S.p.a. Dal 2005 ricopre il ruolo di presidente onorario della Huawei Technologies Italia[2], è poi presidente della holding La Centrale Finanziaria Generale S.p.a.[3] nonché dal 2009 è Presidente della delegazione italiana della Fondazione Abertis

Come è finita la Conferenza di Berlino

La Conferenza di Berlino sulla Libia, conclusasi da poche ore, è stata seguita e anche molto partecipata da dodici tra Nazioni e Organizzazioni. C’erano tutte quelle nazioni e organizzazioni che contano davvero nel quadrante libico: l’Egitto, che sostiene Haftar per la ovvia sicurezza dei suoi confini ad est, particolarmente delicati; e per evitare anche la progressiva espansione ad Est,...

La Conferenza di Berlino sulla Libia

Quali sono le differenze strategiche e militari, oltre che politiche, tra la guerra in Libia del 2011-2012 e il conflitto attuale, nella Libia post-gheddafiana? Molte. La prima, è che le potenze che hanno iniziato lo scontro tra una ambigua “entità” cirenaica, con forti impronte jihadiste (non dimentichiamo che la Cirenaica, anche con Gheddafi, era la maggiore aurea geografica...

Lo scontro tra Iran e Usa dopo la morte di Suleimani

Nella notte dell’8 gennaio, ha avuto inizio l’operazione “Suleimani martire”. Il capo della Brigata Al Quds dei Pasdaran era morto la notte del 3 gennaio. Alcuni missili iraniani hanno colpito due basi irachene, Ayan Al Asad e Erbil, nell’area curda. Qui a Erbil erano presenti anche truppe italiane, che si sono nascoste in un bunker. Curdi che sono obiettivo,...

La geopolitica della Brexit

La Brexit, sancita da un voto di massa per i Tory di Boris Johnson, sarà la grande svolta geopolitica dell’Europa, obtorto collo, e dello stesso Regno Unito. La scelta di tenere il referendum, presa dal premier Cameron nel giugno 2016, già mostrava, in effetti, cosa sarebbe successo. Cameron pensava che il referendum avrebbe tacitato, con una sonora sconfitta,...

Gli equilibri interni della Turchia e la politica estera di Ankara

Recep Tayyp Erdogan, il Presidente della Turchia, ha recentemente silurato quasi tutti gli ufficiali di bandiera turchi ancora in servizio, lasciandone solo una piccola quota, per favorire successivamente la rapida carriera di ufficiali sottoposti, ma unicamente di formazione nazionalista o islamista. Il regime di Erdogan sostiene attivamente, poi, tutti i membri egiziani della Fratellanza Musulmana che sono fuggiti dall’Egitto...

La Zona economica esclusiva tra Libia e Turchia

Il Memorandum of Understanding per la cooperazione marittima tra la Turchia e la Libia del Governo di Accordo Nazionale, diretta da Fayez al Serray, è stato votato definitivamente dal Parlamento turco il 5 dicembre scorso. Khalid al Mishri, presidente del Consiglio Presidenziale di Tripoli, ha inoltre affermato ufficialmente che il MoU turco-libico è del tutto coerente con la lettera...

La guerra hi-tech tra Cina e Stati Uniti

La nuova direttiva dell’Ufficio Centrale del Partito Comunista Cinese, emanata l’8 dicembre 2019, ha ordinato a tutti gli uffici dello Stato di rimuovere rapidamente tutte le tecnologie informatiche, sia per quanto riguarda l’hardware che il software, entro i prossimi tre anni. La direttiva del PCC, che è stata messa in evidenza solamente dal Financial Times, non è stata resa pubblica. Si...

La strategia globale dell’Hacking informatico

Chiunque sia operativo sul web e possiede dati anche interessanti, oppure solo di qualche rilievo, prima o poi viene sempre hackerato da qualcuno o da qualche organizzazione. Normalmente, gli hackers “economici” prendono il dato di interesse dalla rete della vittima e lo rivendono nel dark web, ovvero nel sistema di siti che non è raggiungibile con i normali motori...

La presenza turca in Siria

Dopo l’incontro a Sochi del 23 ottobre 2019, Vladimir Putin e il Presidente turco Recep Tayyp Erdogan hanno annunciato ufficialmente un cessate il fuoco nella intera Siria settentrionale. L’accordo bilaterale raggiunto a Sochi solidifica il ruolo di Bashar el Assad nell’area tra il mondo curdo siriano e l’area al confine con la Turchia, poi assicura anche la permanenza delle forze...

Le rivolte in Iran

Le proteste contro l’aumento e la progressiva limitazione del consumo del carburante da autotrazione, in Iran, sono iniziate il 15 novembre scorso ad Ahvaz, quando il governo di Teheran ha annunciato l’aumento del prezzo del carburante al massimo del 300%. Si sono quindi diffuse rapidamente nelle principali città iraniane. Prima della nuova norma, i titolari di un’auto potevano...
- Advertisement -

Guarda la newsletter di oggi


Guarda Confindustria News













Almanacco della Campania 2019

Scarica pdf

 

Ultime Notizie