Home Autori Articoli di Sette Giorni di Antonio Arricale

Sette Giorni di Antonio Arricale

Sette Giorni di Antonio Arricale
132 ARTICOLI 0 Commenti

Governo per il cambiamento, per ora ci sono solo le intenzioni

Governo per il cambiamento, si dice e si spera. Alla fine il “contratto” c’è, anche se mancano ancora la squadra (i ministri) e, soprattutto, il capitano (il premier), sulla scelta dei quali – è lecito ipotizzare – il presidente della Repubblica Sergio Mattarella non si limiterà a fare da semplice notaio. Forse. E manca pure, a dire il vero,...

Governo ed economia, schiarita sui palazzi della politica

Schiarita sui palazzi della politica. Il governo si farà e non sarà “neutro” – per dirla con la formula sterilizzata per indicare la solita soluzione “tecnica”, come è sempre accaduto nelle precedenti analoghe circostanze di stallo – messo su, cioè, all’unico scopo di portare nuovamente il Paese alle elezioni, bensì politico. E, dunque, di legislatura. Almeno così sembra. Matteo...

Senza governo l’economia migliora (almeno così sembra)

A due mesi, ormai, dalle elezioni la claudicante economia dell’Italia non sembra risentire dell’assenza di un governo nel pieno dei poteri. D’accordo, è scandaloso che i partiti non riescano a trovare un’intesa per dare un esecutivo al Paese e, però, i più recenti dati macroeconomici non sembrano registrare tale situazione negativamente. Anzi. Si paventano nuove elezioni, ma i mercati...

A Roma si continua a ballare mentre la nave affonda

A circa due mesi dalle elezioni generali il Paese non ha ancora il governo e, prima ancora, un vincitore, né una coalizione, men che meno una maggioranza parlamentare. Il fatto è che la prima e più logica (nei numeri e nel giudizio degli elettori, almeno) ipotesi di alleanza – vale a dire, l’accordo tra il M5S di Luigi di Maio...

Politica e banche, quanti danni: Intanto la Spagna ci sorpassa

“Sfumata nera”, ha titolato con arguzia il Manifesto a proposito del tentativo, naufragato ancor prima di esperire il mandato esplorativo, della presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati. Altri invece hanno parlato di “gioco dell’oca” – la Repubblica – alludendo al passo avanti e due indietro che puntualmente emerge dalle dichiarazioni dei leader prima e dopo ogni giro di...

Mentre a Roma si discute, il mondo è in guerra e il sud affonda

Il mondo è con il fiato sospeso, ad un passo dal terzo conflitto planetario. I timori, stavolta, non discendono dal protezionismo commerciale minacciato dagli Usa nei confronti della Cina – nel qual caso pure si è parlato, con metafora giornalistica abusata, di guerra – ma dai missili, puntati sempre da Trump, sulla Siria, accusata di aver utilizzato armi chimiche...

Immigrazione, demografia e povertà con le elezioni dietro l’angolo

Nulla di fatto. Come da copione. Nuovo giro di consultazioni del Quirinale. Non c’è una maggioranza di governo. Nessun partito o coalizione ha vinto le elezioni e può far, dunque, da solo. Ora, finalmente, al di là dei rigurgiti propagandistici del dopo elezioni, anche i ciechi vedono che il re è nudo. Insomma, le vittorie parziali di Lega e...

Un bel paese di indigenti, serve la Caritas

È Pasqua, ma non per tutti è festa di Resurrezione. Non nel senso figurato, almeno. (Peraltro, anche dal punto di vista strettamente religioso – i riti della Settimana Santa rappresentano il motivo principale per il quale la Confederazione degli artigiani (Cna) stima tre miliardi di movimento e 12 milioni di turisti tra italiani e stranieri – c’è più di...

Dazi, l’America punta la pistola alla tempia dell’Europa

Il ciclone Trump affossa le borse mondiali. La guerra commerciale, per ora dihiarata soltanto contro la Cina, ha avuto un riverbero negativo immediato sulle piazze finanziarie di tutto il mondo. A partire proprio da Wall Street che nel giorno dell’annuncio dell’inasprimento doganale ai prodotti metalliferi cinesi per un valore annuo di oltre 60 miliardi di dollari, ha perso circa...

La politica sta alla finestra, al sud disoccupati e povertà

Del tutto inaspettatamente, quantomeno con tempi assai sospetti – la vicenda si riferisce all’accusa di utilizzo da parte russa di gas nervino sul suolo della perfida Albione per eliminare un’ex spia del Kgb – Londra ha deciso di avviare un’azione diplomatica contro Putin. L’inquilina del civico 10 di Downing Street, l’antieuropeista Theresa May, era data in difficoltà a seguito...
- Advertisement -

Guarda la Newsletter di oggi


Guarda Confindustria News


Infotraffico del 25 Maggio 2018















Almanacco della Campania 2017

Scarica pdf

 

Ultime Notizie