Home Autori Articoli di Bazar delle Follie di Piero Formica

Bazar delle Follie di Piero Formica

Bazar delle Follie di Piero Formica
185 ARTICOLI 0 Commenti

La psicologia della ricchezza

Contemporaneo di John Stuart Mill (1806-1873), Carlo Cattaneo (1801-1869), patriota ed economista milanese, invitava a preoccuparsi della psicologia della ricchezza, non solo della sua fisicità. Era il suo un appello a prestare attenzione all’attività della mente, vale a dire all’intelligenza. Scriveva Cattaneo: <>. Dipende dall’intelligenza, la cui efficacia è direttamente produttiva, se la ricchezza cresce o declina. Quando decadono il...

L’autunno dell’economia

Sulla scia di Isaac Newton (1642-1727) che scoprì l'ordine naturale dell'universo fisico, i filosofi economisti del Settecento perseguirono l’obiettivo di scoprire i principi sottostanti l’ordine naturale della società e il legame tra l’ordine naturale e la prosperità materiale. David Hume (1711-1776) si occupò dell'origine dell'ordine sociale attraverso i suoi studi di antropologia economica. Adam Smith (1723-1790) mise in luce...

La natura umana al centro dell’economia

La macchina a vapore di James Watt (1736-1819); la macchina elettrica di Antonio Pacinotti (1841-1912); le macchine dell’informazione da Norbert Wiener (1894-1964) in avanti: lungo il succedersi di queste tre rivoluzioni industriali gli indicatori della gestione delle risorse disponibili e della conseguente loro trasformazione in beni e servizi hanno rilevato lo stato fisico di salute economica dei paesi e...

Il dominio incontrastato dei plutocrati

Da decenni ormai i grandi guadagni di reddito reale sono terreno di conquista del top 1% delle persone, insomma dei plutocrati. C’è stata, invece, assenza di crescita reddituale per gli individui nel percentile 80-85% della distribuzione. Posti in un grafico tracciato da Branko Milanovic (si veda “The greatest reshuffle of individual incomes since the industrial revolution” Vix, Cepr’s Policy...

L’economia del rispetto lievito della crescita

Nel 1958 John Kenneth Galbraith sosteneva che nella società opulenta la disuguaglianza cessa di preoccupare le menti degli uomini. Il pensiero dominante è l’ingrandimento della torta di cui tutti beneficerebbero ottenendone un pezzo più grande. Oggi, di fronte a pochi che si appropriano di guadagni sproporzionati, l’economia del rispetto è il lievito della crescita. Da tenere sott’occhio sono l’attenzione,...

L’imprenditorialità non è un’ambizione

Un sondaggio del luglio 2018 sul lavoro che si vorrebbe fare vede, in Italia, la preferenza accordata al pubblico impiego (col 28% delle risposte, tredici punti percentuali in più rispetto al 2016), mentre solo il 10% (tre punti in meno sul 2016) aspira ad essere imprenditore. Anche tra gli studenti che hanno raggiunto l’alto gradino dell’istruzione universitaria, non ha...

L’ascensore per i piani alti del fare impresa

L’Imprenditorialità coniuga la crescita economica con il benessere e la felicità. Vista sotto questa luce, l’Imprenditorialità è un movimento culturale non individualista. Ad essere imprenditoriale è la comunità, e il fine ultimo dell’Imprenditorialità è la soddisfazione dei bisogni comunitari. L’appagamento delle esigenze del singolo individuo è solo un traguardo intermedio. La decadenza della cultura dell’Imprenditorialità riduce la capacità e la...

L’alta onda della distruzione creativa

Recessione, Stagnazione, Deflazione e Disoccupazione: questi i quattro Cavalieri dell’Apocalisse che ora ritornano a far paura per i misteri che essi racchiudono. Ci pare di stare sul ciglio del baratro, con la paura di cadere nel vuoto. L’horror vacui, il terrore del vuoto, fa suonare l’allarme nelle case dell’Economia, della Società, della Politica. Ai governanti chiediamo di essere seguaci...

L’ideocrazia risveglierà il mondo

L’orizzonte è lontano, ma visibile. Ai lavoratori subentreranno gli ideatori e con loro si affermerà l’ideocrazia, il governo delle idee che nascono dalla creatività umana. L’immaginazione è la via di fuga dalle idee passate. Un’azione, questa, irta di ostacoli perché, come argomentava l’economista inglese John Maynard Keynes, “La difficoltà non sta tanto nello sviluppare nuove idee, quanto nel fuggire...

Imprenditorialità trasformativa, gli incentivi non bastano

Come alimentare la motrice dell’imprenditorialità trasformativa, quella che imbocca sentieri non ancora esplorati? Intorno a questo interrogativo, amministratori pubblici e politici disputano sugli incentivi e i conseguenti bandi di gara. Peccato che agevolazioni e gare non siano il carburante che serve per far correre nella giusta direzione, ancor prima che a velocità sostenuta, il treno delle nuove imprese. L’energia...
- Advertisement -

Guarda la newsletter di oggi


Guarda Confindustria News
















Almanacco della Campania 2018

Scarica pdf

 

Ultime Notizie