Home Autori Articoli di Bazar delle Follie di Piero Formica

Bazar delle Follie di Piero Formica

Bazar delle Follie di Piero Formica
224 ARTICOLI 0 Commenti

Gli abitanti delle città invisibili

I valori incommensurabili sono immateriali, invisibili. Chi li coltiva è un abitante delle città invisibili di Italo Calvino: "A Smeraldina, città acquatica, un reticolo di canali e un reticolo di strade si sovrappongono e s'intersecano. Per andare da un posto a un altro hai sempre la scelta tra il percorso terrestre e quello in barca: e poiché la linea più...

La penicillina e il difficile processo evolutivo dell’idea

L’innovazione arretra, e così anche la produttività che da essa è alimentata, quando si fa difficile l’applicazione delle scoperte scientifiche di base e se vivono vite separate la ricerca accademica e quella condotta nelle imprese. Ne dà prova uno studio realizzato da Ashish Arora e altri. L’idea appena nata si trova nel campo Eureka dove essa viene celebrata. Scoperta,...

Il free rider oltre gli schemi dell’Homo Oeconomicus

Il free rider si trasforma da problema in opportunità perché ingrossa e accelera il flusso delle idee condivise i cui valori incommensurabili fanno da contrappeso alla riduzione dell’accuratezza dovuta all’aumento della complessità. L’impresa monolitica e razionalista si prefigge di raggiungere la massima precisione con i Big Data, una valanga di dati misurabili mediante macchine altamente specializzate. L’impresa dalla mente...

Il free rider generatore di opportunità

Il free rider, il battitore libero, non è un problema, ma un portatore di opportunità. Nel ruolo di cercatore e generatore di opportunità, il free rider diffonde idee la cui circolazione va considerata un bene pubblico nel senso che tutti, senza esclusione possono parteciparvi e tutti lo fanno cooperando, non agendo di rivali. La conoscenza è in un flusso...

Il coraggio dell’impresa empatica

Oltre che espandersi, la conoscenza muta, e la mutazione è la scoperta di terre cognitive originali e, perciò, sconosciute. L’impresa nel tempo affermatasi in uno specifico campo della conoscenza ritiene che il suo dominio continuerà ad essere vincente. Questa credenza nasce dal fatto che le altre imprese dello stesso campo ne sono altrettanto convinte. Tutte cercano prove che confermino la...

Steam International, una finestra rinascimentale aperta sul futuro

Il successo nel nuovo mondo tecnologico ha tra i suoi protagonisti fondatori e leader imprenditoriali che hanno studiato letteratura e storia (è il caso di YouTube), scienze politiche (Pinterest), design e arte (Airbnb). In Silicon Valley, culla del digitale, le imprese assumono artisti e persone di estrazione umanistica per aiutare a riconfigurare i movimenti dei robot in conformità con...

La terza dimensione dell’ecosistema

Il distretto industriale ha due dimensioni: le imprese del territorio e l’export; l’ecosistema è dotato di una terza dimensione: le imprese nomadi, senza barriere di sorta. In tre dimensioni ci stanno più cose che permettono di gestire una complessità molto più articolata di quella cui è abituato il distretto. Il rendimento del coinvolgimento illimitato è dato dalla nascita di...

Le nuove tecnologie tra distretti ed ecosistema

Il distretto industriale è composto da soggetti che si assomigliano: imprese capofila e loro fornitori, tutti insieme impegnati nella costruzione di catene di valore per conquistare clienti. Un lodevole sforzo quando la tecnologia è relativamente statica. Tutto cambia quando intervengono rapide trasformazioni tecnologiche con risvolti sociali di prima grandezza che indeboliscono la capacità di competere salvaguardando la tradizione. La...

Idee e talenti oltre l’orizzonte dei numeri

Rampante protezionismo commerciale e dirompenti trasformazioni digitali hanno scosso l’economia tedesca. Con la Germania in forte frenata, all’alba di una ventilata recessione, è apparso pesante il bilancio dei distretti del nuovo triangolo industriale formato da Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna, il cui primo mercato di sbocco è quello tedesco, tanto da indurre qualcuno a definire il Veneto un “distretto della...

L’innovazione e i limiti dei cluster

All’ampia letteratura internazionale che ha esaltato i successi dei cluster si contrappongono indagini che ne mettono in evidenza i limiti. L’economista Michael Enright dell’Università di Hong Kong ha sostenuto che la politica governativa per i cluster è stata un flop. L'indagine da lui condotta ha coinvolto esperti di innovazione ed iniziative di cluster. Un totale di 160 risposte utilizzabili sono...
- Advertisement -

Guarda la newsletter di oggi


Guarda Confindustria News













Almanacco della Campania 2019

Scarica pdf

 

Ultime Notizie