10.8 C
Napoli
domenica, Aprile 21, 2024
Home Autori Articoli di I caffè liberali di Antonluca Cuoco

I caffè liberali di Antonluca Cuoco

59 ARTICOLI 0 Commenti

Il complesso occidentale

Col politologo, filosofo e giornalista francese di origini italiane, Alexandre del Valle, una conversazione sul senso di colpa dell’occidentale. Si parla sempre più del complesso occidentale, cioè del senso di colpa di questa parte di mondo verso l’altra parte, che diventa arma di (auto)distruzione di massa. Si può parlare di una patologia sfruttata dai regimi che odiano i valori delle...

Scuola Medica Salernitana: la lezione di Trotula, dottoressa dell’anno Mille. Intervista con Roberta Pastore

Siamo negli anni intorno al 1050, lei si chiama Trotula de' Ruggiero ed è la prima donna medico della storia presso la prestigiosa Scuola Medica Salernitana. E l’unica delle mulieres salirnitanae a lasciare degli scritti. Nata a Salerno da famiglia nobile di origine longobarda, non era l'unica donna a frequentare l'accademia: ce n'erano altre, che con i loro studi contribuivano...

Zio Rocco rivisita la pasticceria romana: ecco il Maritozzo napoletano

È il dolce iconico della gastronomia romana. Ma da oggi è possibile assaporarlo in una veste nuova. Ecco il Maritozzo napoletano, nato da una idea del pastry chef Rocco Cannavino, in arte “Zio Rocco”. Maestro dei piccoli lievitati, ha studiato a lungo il preparato, recandosi nelle più note pasticcerie della Capitale, per poi proporre questa sua nuova versione. Come base ha sfruttato...

Capitalismo, i miti da sfatare sul sistema di maggior successo nella storia. Conversazione con Alberto Mingardi

Sono ormai secoli che si aspetta la fine del capitalismo e si leggono singolari storie sul fallimento del sistema di libero scambio che ha trasformato, in meglio, la vita di miliardi di persone sul pianeta terra. Con l’avvento dalla Rivoluzione industriale la dimensione economica del mercato ha modificato radicalmente le vite degli esseri umani col paradigma della crescita del...

L’Italia che frana. Conversazione con Erasmo D’Angelis

In Italia si riparte da zero ogni volta. E sono oltre 8 milioni le persone che abitano in aree ad alta pericolosità e quasi il 94% dei Comuni è a rischio dissesto e soggetto ad erosione costiera. I dati del Rapporto “Dissesto idrogeologico in Italia: Pericolosità ed indicatori di rischio” a cura dell’Ispra, sono chiari e drammatici. Al dato sulla...

Nucleare, Italia. Ritorno al futuro. Conversazione con Umberto Minopoli

Compriamo energia nucleare fatta a pochi chilometri dal confine nazionale anziché produrla noi. Confondiamo tossicità con radioattività ed i rischi di una centrale atomica con quelli di una bomba atomica. Tutto ciò ha storicamente alterato il dibattito e le percezioni dell’opinione pubblica. La pessima informazione ha creato e ampliato paure, spesso poi sfruttate dai peggiori demagoghi per raccogliere personali...

2022, lo stress test per l’ordine liberale

Vivere godendo di un ordine mondiale sempre più aperto e liberale, immaginare un futuro dove una crescente armonia e pace sarebbero state dominanti; sono cose che forse per chi è cresciuto negli ultimi 30 anni parevano grossomodo acquisite. Sicuramente per quelli che avevano scordato la lezione del ‘freedom is not for free’. Questo 2022 ha rappresentato una scossa. Uno...

Con l’Ucraina, per le libertà. Senza se e senza ma

La generazione di mio padre ha visto i carri armati sovietici soffocare gli aneliti di libertà dei cecoslovacchi a Praga, seminando morte e distruzione. Hanno mostrato, anche in quella occasione, l’orrore di un regime totalitario, ai tempi comunista, che noi occidentali non abbiamo patito, grazie all'ombrello militare americano della Nato. La mia generazione sta vedendo i carri armati del regime...

Ne usciremo migliori (?)

Rispetto alle crisi precedenti l'impatto di quella pandemica è stato particolarmente negativo sulle donne: si è tradotto non solo in una significativa perdita di posti di lavoro in settori dominati dalla presenza femminile, come commercio e turismo, ma anche in condizioni di lavoro con una accresciuta fragilità economica e un conflitto vita-lavoro più aspro. Troppo spesso lo straordinario orientamento...

Come nel primo dopoguerra, per tornare a crescere dopo la pandemia servono lavoro e studio

Il nostro paese vive, da lungo tempo ormai, molteplici crisi ed emergenze: da quella economica del debito e della produttività a quella sociale e di visone del futuro ma ce n’è una che forse determinerà gli anni a venire in modo dirimente ovvero la crisi demografica. Un popolo che non fa figli, illuso di potersi adagiare sul passato, con la...
- Advertisement -



Ricevi notizie ogni giorno