India, piccione arrestato per spionaggio rilasciato dopo 8 mesi

38

Roma, 2 feb. (askanews) – L’India ha liberato un piccione che era stato imprigionato per otto mesi con l’accusa di spionaggio e che finalmente è stato liberato, lo ha appreso venerdì l’organizzazione per i diritti degli animali Peta. L’uccello è stato intercettato a maggio con un “messaggio illeggibile” e messo in detenzione in una clinica veterinaria a Bombay (ovest), prima di essere rilasciato il 30 gennaio dalla polizia, ha detto la fonte.

Secondo il quotidiano Times of India, il messaggio era scritto in cinese, cosa che ha allarmato gli investigatori. “La polizia aveva aperto una procedura per spionaggio contro l’uccello, ma ha chiuso il fascicolo al termine delle indagini”, scrive il giornale. L’AFP non è riuscita ad ottenere una conferma ufficiale.

Gli arresti di piccioni viaggiatori per spionaggio non sono rari in India. Nel 2016, uno di loro è stato imprigionato dopo essere stato intercettato vicino al confine pakistano mentre portava un messaggio minaccioso contro il primo ministro Narendra Modi.