Riforme, Calenda “Il presidente della Repubblica non si tocca”

43

ROMA (ITALPRESS) – “C’è una linea rossa assoluta che è la figura di garanzia della Costituzione, l’unica istituzione che garantisce l’unità che è il presidente della Repubblica, andarla a toccare sarebbe un errore molto grave”. Così Carlo Calenda, in rappresentanza del Gruppo Azione – Italia Viva – Renew Europe, al termine del confronto sulle riforme istituzionali con il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni. “C’è un tema grande come una casa che è l’efficienza del Parlamento. Noi abbiamo un monocameralismo di fatto, siamo favorevoli a una scelta monocamerale e comunque a una distinzione fondamentale tra le due Camere”, ha aggiunto. Calenda ha assicurato che “non faremo nessun Aventino perchè abbiamo provato a riformare le istituzioni, sarebbe illogico e incoerente farlo” e “abbiamo riscontrato che Meloni si è detta disponibile ad ascoltare e a discutere”. In ogni caso “riteniamo importante che su questo le opposizioni abbiano il loro dialogo e per questa ragione ci sentiremo con le altre opposizioni. Secondo me abbiamo necessità di parlarci”, ha chiosato Calenda.
(ITALPRESS).
-foto agenziafotogramma.it-